Quantcast

Scandiano, aggredisce i carabineri: 18enne arrestato

Resistenza a pubblico ufficiale l’accusa mossa al giovane che è stato anche segnalato quale assuntore di stupefacenti. Due militari in ospedale

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Ai controlli aggredisce i carabinieri: in tasca aveva trita erba e marijuana. Arrestato un 18enne per resistenza a pubblico ufficiale. E’ successo ieri, poco dopo le 22, quando i carabinieri della tenenza di Scandiano, nel corso di un servizio antidroga svolto in abiti borghesi, dopo essersi qualificati, hanno identificato due ragazzi che erano nel parcheggio di Piazza Prampolini a Scandiano.

Durante questa attività si è avvicinato un terzo giovane al quale, dopo essersi qualificati, i carabinieri hanno chiesto i documenti che il giovane ha detto di non possedere. Quindi, senza alcun motivo, è fuggito ed è stato inseguito da un militare che, dopo averlo raggiunto, ha cercato di bloccarlo senza successo dato che il giovane ha iniziato a divincolarsi colpendolo con calci e pugni, tanto che entrambi hanno perso l’equilibrio e sono finiti sull’asfalto.

Nonostante la caduta il giovane ha continuato a cercare di divincolarsi per scappare. E’ intervenuto l’altro militare, nel frattempo, ma il giovane ha continuato a colpire con calci e pugni, tentando di divincolarsi, ma, alla fine, è stato bloccato definitivamente.

E’ stato perquisito e, nella tasca dei pantaloni, sono stati trovati il suo documento di identità e un trita-erba con dentro una bustina di plastica che conteneva 1 grammo abbondante di marijuana. Il giovane è stato portato in caserma ed è stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.