Quantcast

Mercato coperto, il progetto è stato spiegato agli operatori

La Lega protesta: "Al consiglio comunale no". Parte un'interpellanza

REGGIO EMILIA – Il progetto di rilancio del mercato coperto di Reggio Emilia – votato alla promozione delle eccellenze enogastronomiche del territorio – entra in una nuova fase. Da qualche giorno si è infatti aperta la raccolta delle manifestazioni di interesse delle attività che concretamente si stabiliranno nei locali oggi occupati dall’Ovs.

Per questo ieri il sindaco Luca Vecchi e i futuri gestori dello spazio (Daniele Menozzi, ceo della società Rei, e Lucia Riva, head of leasing di Sonae Sierra, la multinazionale portoghese che ha deciso di acquisire la quota di maggioranza della società La Galleria srl) hanno incontrato i rappresentanti di associazioni di categoria e consorzi per spiegare loro il progetto in modo che possano promuoverlo tra le imprese associate.

L’intenzione è arrivare all’inaugurazione del mercato per il giugno del 2022. “Stiamo seguendo questo percorso già da due anni e stiamo vedendo crescere questo progetto, fondamentale per il Centro storico e per tutta la nostra città”, dice il sindaco Luca Vecchi. “Non possiamo definirci ancora al traguardo. Anzi, stiamo entrando nella fase finale e maggiormente decisiva: quella in cui saranno definiti gli autentici contenuti dell’offerta commerciale che verrà proposta”, aggiunge.

Dunque “l’incontro di oggi è certamente essenziale per far sì che gli attori che operano sul nostro territorio contribuiscano a rendere il rinato Mercato coperto un volano per la nostra gastronomia, un nucleo attrattore per gli investimenti e un punto di riferimento per una nuova socialità”.

Per l’assessore al Commercio Maria Francesca Sidoli si darà una risposta alle nuove necessità della città, “in primis, ma non solo, la nuova vocazione universitaria della nostra città”. In futuro “sarà importante che tutti i protagonisti del territorio agiscano di concerto, perseguendo un’idea unitaria per Reggio Emilia”, sottolinea l’assessore. La Lega, da sempre fautrice di un “ritorno alle origini” per il mercato, ha intanto presentato un’interrogazione in Consiglio comunale.

“L’amministrazione – spiega il capogruppo Matteo Melato – sta parlando del rilancio del mercato coperto solo nelle conferenze stampa e ha da poco incontrato gli operatori del settore ma non ha mai affrontato il tema in Consiglio comunale”. Per questo motivo “ho presentato una interpellanza per capire quale siano i progetti, chi siano gli attori coinvolti, capire come sia formata la società che gestirà l’area e verificare quale sia il grado di partecipazione messo in atto dalla Giunta con gli attori principali che vivono ogni giorno il centro storico”.