Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

L’Austria torna in lockdown e impone l’obbligo di vaccino

Il cancelliere Schallenberg ha spiegato che da lunedì il lockdown varrà per tutti per un massimo di venti giorni, poi solo per i non vaccinati. E dal 1° febbraio 2022 entrerà in vigore l'obbligo di vaccino

ROMA – L’Austria diventa il primo Paese dell’Unione Europea ad imporre il vaccino anti Covid-19. Il governo di Vienna ha infatti stabilito l’obbligo vaccinale dal 1 febbraio 2022 per i cittadini che, a quella data, non avranno ricevuto alcuna dose. Lo ha annunciato il cancelliere austriaco, Alexander Schallenberg (OeVP), parlando alla nazione da Innsbruck.

Intanto, proprio nel tentativo di porre un freno alla quarta ondata di coronavirus, da lunedì prossimo 22 novembre in Austria entrerà in vigore il lockdown anche per i vaccinati. La misura, ha assicurato il cancelliere, durerà non più di venti giorni e poi proseguirà per i non vaccinati. Lo stesso Schallenberg ha precisato che “si tratta dell’unica opzione possibile” (fonte Dire).