Quantcast

La Reggiana domina la Lucchese: 2-0 foto

I granata protagonisti di una prestazione magistrale, decisivi i gol di Sciaudone e Rozzio

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Reggiana sfodera una prestazione magistrale primeggiando nel possesso palla, nonostante il manto erboso riversi in pessime condizioni a causa del meteo avverso. La Lucchese si vede annichilire dai sigilli di Sciaudone e Rozzio. Scrutando la parte alta della classifica: Reggiana 28, Cesena 25, Modena 24 (foto Bucaria).

Primo tempo

Ancor prima del fischio d’inizio lo sguardo del tifoso granata cade sul terreno di gioco reso una palude dalla pioggia che scende a catinelle. Passando al calcio giocato: all’ottavo minuto Zamparo, avvalendosi del suo magico mancino, lascia partire un fendente che lambisce il palo alla sinistra di Coletta. A onor di cronaca la Curva Sud espone uno striscione volto a ricordare il 30esimo anniversario degli amici del Gruppo Vandelli.

Gli uomini di mister Diana provano ad aumentare i giri del motore, tant’è vero che Radrezza disegna la pennellata perfetta scarabocchiata dalle mani dell’estremo difensore ospite. Poi, è Lanini a vedersi strozzare l’urlo di gioia dato che la sfera si stampa sulla traversa. A finire sul libro dei cattivi per primo è Radrezza reo di atterramento irregolare ai danni di un avversario. Allo scoccare della mezzora si assiste a un vero e proprio flipper in area di rigore toscana: capocciata di Rozzio, palla respinta dal nemico e Sciaudone a colpire da distanza ravvicinata, ma a blindare la propria porta è un intervento plastico dell’onnipresente Coletta. I granata non concedono alcuna linea di fuga ai lucchesi. In chiusura di sipario sul primo atto Sciaudone deposita la biglia in buca firmando la rete del momentaneo vantaggio.

Secondo tempo

Il match si riapre nel segno delle proteste da parte dei diretti rivali che non condividono la decisione del direttore di gara di non sanzionare, con il penalty dagli undici metri, il colpo di mano di Sciaudone. Si assiste anche al tornado delle sostituzioni. A risuonare all’interno dell’arena Città del Tricolore è il boato dei reggiani che osservano la palla colpita di testa da Rozzio insaccarsi alle spalle di Coletta. Un momento di gioia e al contempo di affetto che porta allo sventolare sul tappeto verde la maglia di Laezza (fermato recentemente da un grave infortunio in allenamento). Semprini prova da posizione invitante ad accorciare le distanze, ma la mira risulta essere sfalsata. Sullo scorrere dei titoli Coletta, in versione superman, chiude lo specchio a Sorrentino. Una vittoria che riporta la Reggiana a volare verso un sogno di gloria: la serie B.

Il tabellino

A.C. REGGIANA – LUCCHESE 1905: 2 – 0

Marcatori: 44’ Sciaudone (R), 64’ Rozzio (R).

A.C. REGGIANA (3-4-1-2): Voltolini; Camigliano (dal 84’ Cauz), Rozzio, Luciani; Rossi, Radrezza (dal 71’ Muroni), Sciaudone, Contessa; Rosafio (dal 60’ Guglielmotti); Zamparo (dal 83’ Scappini), Lanini (dal 83’ Sorrentino). A disposizione: Anastasio, Chiesa, Cigarini, Libutti, Marconi, Neglia. Allenatore: Aimo Diana.

LUCCHESE 1905 (4-3-1-2): Coletta; Papini, Bachini, Bellich (dal 75’ Dumbravanu), Corsinelli; Eklu, Frigerio (dal 75’ Bensaja), Visconti (dal 81’ Schimmenti); Belloni; Semprini, Fedato (dal 46’ Nanni). A disposizione: Babbi, Cucchietti, Gibilterra, Lovisa, Panati, Quirini, Ruggiero, Yakubiv. Allenatore: Guido Pagliuca.

Arbitro: Franco Luciani sez. di Roma 1 (Assistenti: Andrea Cravotta sez. di Città di Castello, Tiziana Trasciatti sez. di Foligno. IV ufficiale: Eugenio Scarpa sez. di Collegno).

Note – Ammoniti: Radrezza, Bellich, Semprini. Angoli: 8 – 3. Recupero: 0’ pt. – 3’ st.

 

Più informazioni su