Quantcast

Il Comune aiuta Asp e Farmacie con 2,5 milioni di euro

Le integrazioni in evidenza nell'ultima variazione di bilancio

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Due corposi “ristori” per i maggiori costi sostenuti a causa del Covid alle società partecipate “Asp città delle persone” (per 580.000 euro) e Fcr, le farmacie comunali riunite, per 1,9 milioni. Sono in evidenza nell’ultima variazione di bilancio del Comune di Reggio Emilia che sarà discussa in sala Tricolore – per rispettare i termini di legge – nel Consiglio del 29 novembre. Per quanto riguarda le farmacie a “pesare” sono state le spese di trasporto e, soprattutto, quelle delle attività sociali per i minori non accompagnati.

Asp, invece, ha già previsto in perdita gli esercizi dei prossimi due anni. Entrambe le “integrazioni” ai trasferimenti vengono coperte dai fondi speciali stanziati dal Governo per l’emergenza sanitaria che per il 2021 ammontano a circa 3 milioni, contro i 10 del 2020. Complessivamente i contributi del Comune alle partecipate aumentano quest’anno da 34,2 a 34,7 milioni. Per quanto riguarda l’impianto generale della variazione di bilancio, questo contempla anche l’utilizzo di una quota dell’avanzo di bilancio rimasta inutilizzata. Si tratta di circa 400.000 euro relativi sia alla parte corrente sia agli investimenti a cui si aggiungono 250.000 euro vincolati alle sole spese in conto capitale. A proposito di lavori pubblici, in conseguenza dello stato di avanzamento lavori, alcuni finanziamenti previsti quest’anno slittano al prossimo.

Dalla corposa documentazione, infine, emerge una minore entrata dei proventi legati alla lotta all’evasione fiscale. La stima era di 100.000 euro. Le segnalazioni effettuate ne hanno fruttati 52.000. Una parte delle risorse statali – pari a 401.000 euro – saranno poi destinate in parte per compensare le spese già fatte sul potenziamento dei centri estivi, e in parte per agevolare le famiglie e i gestori attraverso due nuovi bandi già in cantiere. già fatte in parte per ristorare famiglie e gestori attraverso due nuovi bandi. L’assessore al Bilancio Daniele Marchi, nel suo intervento, ha comunque assicurato a fine anno la chiusura “in equilibrio” del bilancio ‘consolidato’ della holding comunale, cioè quello dell’ente stesso più le sue partecipate e controllate.

Più informazioni su