Quantcast

Cliente prende a schiaffi il ristoratore e a pugni un cameriere: arrestato

In manette un 31enne che non voleva pagare il conto alla Piccola Piedigrotta: ha anche aggredito un carabiniere

REGGIO EMILIA – Minaccia di morte e prende a schiaffi il titolare della Piccola Piedigrotta, poi prende a pugni un cameriere e aggredisce anche un carabiniere che era arrivato sul posto. Una notte di violenza quella che si è consumata ieri sera, verso le 22, nel locale di piazza XXV Aprile in seguito alla quale un 31enne di Reggio Emilia, ma residente a Bellaria Igea Marina, Silvano Mattias Calderone, è stato arrestato per lesioni personali, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, che non è nuovo ad episodi del genere, dopo aver consumato il pasto insieme a un amico, è entrato nel ristorante e si è avvicinato alla sorella del titolare sostenendo di non essere intenzionato a pagare il conto a causa del servizio di cui si è lamentato. E’ arrivato anche a spintonare la donna. Il ristoratore, che aveva capito che il cliente sostanzialmente non voleva pagare, ha invitato l’uomo ad uscire dal locale, anche perché era senza mascherina.

Una volta fuori il 31enne ha scaraventato a terra i seggiolini per i bambini e poi ha minacciato di morte il ristoratore, lo ha preso a schiaffi e gli ha fatto cadere il cellulare che aveva usato per chiamare i carabinieri manandolo in frantumi. Sul posto sono arrivati i carabinieri (fra l’altro il comando provinciale è a due passi, ndr) che hanno visto l’uomo tirare un pugno a un cameriere che era arrivato in aiuto del titolare.

L’amico del 31enne è fuggito prima dell’arrivo dei carabinieri. Il cameriere e un carabiniere sono dovuti ricorrere alle cure mediche, riportando rispettivamente 5 e 6 giorni di prognosi per le contusioni riportate.