Quantcast

Assalta la caserma dei carabinieri, arrestato un 35enne

Un 35enne di Castelnovo Sotto è finito in manette per resistenza, violenza, lesioni personali, danneggiamento

CASTELNOVO SOTTO (Reggio Emilia) – Prima suona alla caserma dei carabinieri chiedendo di essere arrestato e poi fa di tutto per riuscirci: 35enne di Castelnovo Sotto in manette per resistenza, violenza, lesioni personali, danneggiamento e ingresso arbitrario in luoghi dove l’accesso è vietato nell’interesse militare dello Stato. Queste le accuse mosse all’uomo dai carabinieri della stazione di Castelnovo Sotto e Gualtieri che l’hanno arresto. Due i militari feriti che sono finiti in ospedale.

E’ successo stamattina verso le 5 quando il 35enne si è presentato nella caserma dei carabinieri di Castelnovo Sotto suonando insistentemente il citofono e sostenendo che voleva essere arrestato. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Gualtieri che però non hanno trovato l’uomo che, nel frattempo, si era allontanato. Dopo circa un’ora il 35enne si è presentato di nuovo in caserma e, dopo aver divelto la tabella degli orari e lanciato una bottiglia di birra contro il muro, ha scavalcato la recinzione alta oltre due metri e poi ha iniziato a prendere a calci la porta d’ingresso della caserma cercando di sfondarla.

L’arrivo di una pattuglia dei carabinieri di Gualtieri , poi raggiunti dai colleghi di Castelnovo Sotto, non ha portato alla calma l’uomo che ha aggredito i carabinieri con calci e pugni, dando corso a una violenta colluttazione che si è conclusa solo quando i militari lo hanno ammanettato.