Quantcast

Viabilità, al via le opere preliminari per la bretella di Rivalta

Arrivano 864mila euro per studi di fattibilità progetti Pums

REGGIO EMILIA – Un’altra opera stradale è ai blocchi di partenza a Reggio Emilia. Dopo il completamento della tangenziale nord annunciato ieri da Anas e Comune, partiranno infatti nei prossimi giorni i lavori preliminari per realizzare la cosiddetta “Bretella di Rivalta”. Si tratta del collegamento di 600 metri che, innestandosi sulla statale 63, consentirà di convogliare sull’anello Tangenziale a sud-est della città parte del traffico proveniente dalla montagna, sgravando così l’abitato di Villa Rivalta un consistente numero di veicoli che l’attraversano.

Il progetto esecutivo, approvato dalla Giunta comunale a inizio 2021 prevede un investimento di 3,2 milioni. Le operazioni preliminari, consistono nella pulizia e preparazione delle aree e nella rimozione di alberature presenti sul sedime stradale (circa 60 alberi a fronte dei 1044 nuovi arbusti che saranno piantumati nelle opere di compensazione ambientale) e nella bonifica di un’area di 13.000 metri quadrati da eventuali residuati bellici. Si procederà infine ad una serie di indagini archeologiche.

Terminate entro l’autunno queste operazioni, si procederà all’aggiudicazione dei lavori – sono in corso le attività di valutazione delle offerte ricevute – e quindi all’avvio del cantiere. Intanto il ministero delle Infrastrutture ha assegnato al Comune 864.000 euro per la progettazione di fattibilità di opere contenute nel Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums). Nel “pacchetto” c’è anche lo studio di pre-fattibilità per la via “Emilia-Bis” nel tratto Ovest del territorio comunale. Altri progetti riguardano le connessioni del trasporto pubblico tra le aree urbane del “nodo mediopadano” (Parma, Reggio Modena, Sassuolo e Carpi), le piste ciclabili, le zone 30 e i viali di circonvallazione della città.