Quantcast

Via Settembrini, auto medica e ambulanza bloccate dal dissuasore

Un mese fa un'auto è stata colpita nel sottoscocca. Un gruppo di cittadini: "Non è la prima volta che ha problemi. Attendiamo un grave incidente per metterlo in discussione e per trovare altre soluzioni alla viabilità di via Settembrini?"

REGGIO EMILIA – Un’auto medica e ambulanza, che dovevano gestire un’emergenza, bloccate davanti al dissuasore di via Settembrini a causa del suo mancato funzionamento. Secondo un gruppo di cittadini sarebbe la seconda volta che accade dato che un simile problema si era verificato anche nell’agosto scorso.

Non solo. Secondo quanto scrivono i cittadini un mese fa un’auto è stata colpita nel sottoscocca dal dissuasore in fase di salita, causando oltre 7.000 euro di danni. Scrivono i cittadini: “Il dissuasore ha causato numerosi altri incidenti o situazioni di rischio. Si è alzato bloccando la strada, ma i semafori sono rimasti verdi (fortunatamente nessun incidente grazie alla segnalazione dei cittadini), ha causato almeno 8 collisioni con auto, danneggiandone il frontale o il sottoscocca e, in un caso, ha rotto anche il serbatoio con la fuoriuscita di tutto il carburante sulla strada. Fortunatamente la vettura non si è incendiata”.

Secondo i residenti “è assurdo che un guasto tecnico, un errore umano nella taratura dei sistemi di sicurezza, nei dei tempi di accensione dei semafori oppure che il passaggio di una vettura allo scattare del rosso possano causare incidenti o problemi come il blocco di ambulanze, vigili del fuoco o emergenze in generale. Da notare è che da alcuni mesi che la luce di 1 semaforo non funziona correttamente e può creare disorientamento agli automobilisti, oltre a non rispettare il codice della strada. In più, dopo la collisione di una vettura nel mese scorso, dei tecnici sono intervenuti per modificare i tempi di preavviso del sollevamento del dissuasore. Evidentemente qualcosa non andava e potrebbe essere stata una concausa della collisione”.

Concludono i residenti: “Da anni molti cittadini chiedono l’eliminazione del dissuasore. Come sempre accade, probabilmente si interverrà solo dopo gravi incidenti con feriti o ritardi fatali per la vita di un malato. Il dissuasore fu installato per limitare il traffico di passaggio su via Settembrini nonostante il parere negativo della maggior parte dei residenti più direttamente interessati .Da allora sono stati concessi permessi per la costruzione di case sulla via per un numero tale da triplicare o più i residenti, ma non è mai stato fatto nulla per allargare la strada, costruire una ciclabile o migliorare la viabilità della zona. In compenso parte del traffico aggira il dissuasore e si sposta su altre piccolissime strade laterali a via Settembrini, creando problemi ai residenti”.

Concludono i cittadini: “La pericolosità del dissuasore è stata denunciata più volte al sindaco ed in più anche al prefetto attraverso 2 esposti, ma senza alcuna risposta o provvedimento. Attendiamo un grave incidente per metterlo in discussione e per trovare altre soluzioni alla viabilità di via Settembrini?”.