Quantcast

Scandiano, clandestini nascosti in un camion: denunciati

Il mezzo, partito dalla Bosnia, era diretto in un’azienda del comprensorio ceramico. Sono accusati di ingresso e soggiorno illegale in Italia

SCANDIANO (Reggio Emilia) – I carabinieri trovano due giovani algerini e un marocchino nascosti in un camion e li denunciano per ingresso e soggiorno illegale in Italia. Il mezzo, partito dalla Bosnia, era diretto in un’azienda del comprensorio ceramico.

E’ accaduto ieri sera, intorno alle 23,30, quando, su richiesta della centrale operativa della compagnia carabinieri di Reggio Emilia, una pattuglia della tenenza di Scandiano, è andata in via Pedemontana, perché era stato segnalato un grosso camion con un tendone rosso che, probabilmente, aveva delle persone nel cassone. Chi ha chiamato i militari era a bordo di un’auto dietro al camion e, mentre il mezzo si fermava sugli incroci o sulle rotonde, diceva di sentire delle voci di persone e dei colpi sulle porte in alluminio.

I militari, giunti sulla strada Pedemontana, hanno individuato il camion e lo hanno controllato. Dopo aver aperto le porte del cassone hanno trovato tre persone sprovviste di documenti che erano a bordo all’insaputa del conducente, un cittadino bosniaco. I tre nordafricani erano saliti a bordo mentre il camion era fermo in un’area di parcheggio della Bosnia ed erano nel cassone da due giorni. Dopo essere stati sottoposti ai controlli sanitari sono stati portati in caserma, identificati e denunciati.