Quantcast

Processo appalti comunali, il pm: “Ok a giudizio Gnoni a Parma”

In replica a eccezioni anche il via libera al taglio delle intercettazioni

REGGIO EMILIA – Nuovi sviluppi nel processo sulle presunte irregolarità nello svolgimento di gare pubbliche del Comune di Reggio Emilia, che si trova nella fase dell’udienza preliminare. Il pubblico ministero Valentina Salvi, replicando ieri in tribunale alle eccezioni preliminari presentate dai difensori, ha dato parere favorevole al trasferimento verso il tribunale di Parma della competenza su tre ipotesi di reato che gravano su Santo Gnoni, ex dirigente del servizio legale di piazza Prampolini e membro all’epoca dei fatti della Commissione tributaria provinciale. Questo perché dei tre episodi sotto la lente, quello maggiormente grave (Gnoni è accusato di corruzione, ndr) si sarebbe consumato oltre Enza. L’ultima parola, ora, spetta al Gup Andra Rat. Il pm ha dato inoltre il suo assenso al “taglio” di cinque mesi di intercettazioni (fonte Dire).