Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Meloni attacca Lamorgese: “I fatti di sabato a Roma sono stati volutamente permessi”

La ministra dell'Interno interviene alla Camera per il Question time sugli scontri di sabato a Roma e la presidente di FdI parla di "ritorno di strategia della tensione"

Più informazioni su

ROMA – Giorgia Meloni attacca, Luciana Lamorgese risponde e prova ad abbassare i toni. La ministra dell’Interno è intervenuta al Question time alla Camera rispondendo a una interrogazione della presidente di Fratelli d’Italia sui disordini della manifestazione di sabato contro il green pass. Sull’arresto del leader di Forza Nuova Giuliano Castellino, Lamorgese ha spiegato: “Giuliano Castellino si è evidenziato per un deciso protagonismo rilevatosi soprattutto nel corso del suo intervento in piazza del Popolo dove ha preso la parola facendo riferimento di indirizzare il corteo verso la sede della Cgil“.

PERCHÉ CASTELLINO NON È STATO ARRESTATO SUBITO
Castellino è destinatario di Daspo, ricorda la ministra, “tuttavia la scelta di procedere nell’immediatezza nei suoi confronti non è stata ritenuta percorribile da parte delle autorità di sicurezza che erano in piazza nella considerazione che un intervento eseguito in un contesto di particolare eccitazione e affollamento presentava l’evidente rischio di provocare reazioni – sottolinea la titolare del Viminale – con la conseguente degenerazione dell’ordine pubblico. Castellino è stato arrestato in flagranza differita insieme ad altri facinorosi di Forza Nuova”.

E sulla possibilità di sciogliere il movimento di estrema destra, per cui sono state anche presentate delle mozioni in Parlamento, Lamorgese spiega: “Riguardo allo scioglimento di organizzazioni a carattere eversivo, è doveroso rilevare come si tratti di questioni di estrema complessità giuridica“.

MELONI: “SIAMO TORNATI ALLA STRATEGIA DELLA TENSIONE”
“La sua è una risposta offensiva per le forze dell’ordine: le immagini di sette persone delle forze dell’ordine lasciate a prendere la botte fuori dalla Cgil sono indegne. Una risposta offensiva per i manifestanti pacifici e per il Parlamento, che non è fatto di imbecilli”. Così Giorgia Meloni risponde alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese nell’aula di Montecitorio sulle violenze di sabato a Roma.

“Lei sapeva e non ha fatto nulla – attacca la presidente di FdI – e se fino a ieri potevamo pensare a una sua sostanziale incapacità, oggi sappiamo che quello che è accaduto sabato è stato volutamente permesso. È stato un calcolo, siamo tornati agli anni più bui, alla strategia della tensione. Non ci fate lezioni – conclude Meloni – perché la cosa che più sinistramente somiglia a un regime siete voi” (Fonte Dire).

Più informazioni su