Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Maltempo, Catania sommersa dal nubifragio: un morto, straripa il Simeto

Una persona ha perso la vita a Gravina di Catania, numerose le strade chiuse

PALERMO – Un’altra vittima del maltempo nella provincia di Catania flagellata da forti piogge: una persona è annegata a Gravina di Catania. La vittima sarebbe scesa dall’auto, in panne per l’acqua e sarebbe stata travolta. Si tratta della seconda vittima in questi giorni di maltempo in provincia di Catania: ieri i vigili del fuoco hanno ritrovato il corpo di un uomo scomparso a Scordia dopo essere sceso dall’auto nel corso di un violento nubifragio. Le ricerche della moglie sono ancora in corso.

SINDACO DI CATANIA CHIUDE NEGOZI: NON USCITE DI CASA
“Da ieri la nostra città vive una drammatica situazione legata alle condizioni meteorologiche che stanno flagellando tutta la parte orientale della Sicilia, eventi eccezionali senza precedenti per violenza e intensità. Purtroppo un uomo è morto a Gravina, vittima di fenomeni atmosferici estremi che, come a Scordia, ci colpiscono con altri lutti. Per la gravità della situazione ho disposto, in accordo con il prefetto, la chiusura immediata di tutte le attività commerciali a eccezione di farmacie, delle attività alimentari e di prima necessità“. Così il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, in un post Facebook.

“Tutti gli uomini e le donne della Protezione civile con i volontari stanno lavorando per rispondere alle centinaia di chiamate di emergenza, insieme ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine – aggiunge -. Sono tanti i cittadini intrappolati che chiedono interventi di emergenza per il livello raggiunto dalla pioggia, quasi 150 millimetri caduti in poche ore”.

Pogliese quindi esorta i catanesi a “non uscire di casa se non per ragioni di emergenza – dice -, perché le strade sono invase dall’acqua. Sono in contatto con la Protezione civile nazionale e nelle prossime ore faremo una riunione con il prefetto e le altre forze dell’ordine per fronteggiare il disastro di queste ore”.

OLTRE 170 RICHIESTE SOCCORSO AI VIGILI DEL FUOCO NEL CATANESE
Sono oltre 170 le richieste di intervento giunte alla sala operativa dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Catania in queste ore di maltempo. Si tratta di richieste di soccorso per persone in difficoltà nelle auto e nelle proprie abitazioni, danni provocati dalla furia dell’acqua e allagamenti.

A Catania le richieste di intervento sono 134, di cui 65 provenienti dal centro storico e le restanti dalle periferie. Nel capoluogo etneo stanno confluendo squadre in supporto da tutti i Comandi provinciali dei vigili del fuoco della Sicilia. A Misterbianco, nella zona di Monte Po’, i vigili del fuoco hanno tratto in salvo diverse persone rimaste bloccate nelle auto nei pressi della tangenziale.

STRARIPA IL SIMETO, CHIUSA LA STATALE 192 A CATANIA
Nuovo straripamento del fiume Simeto a Catania a causa delle forti piogge. L’Anas è stata costretta a chiudere la circolazione della strada statale 192 ‘Della Valle del Dittaino’, in prossimità del chilometro 81, nel capoluogo etneo, dal momento che le acque hanno invaso la sede stradale.

A causa delle piogge intense, inoltre, la tangenziale Ovest di Catania è provvisoriamente chiusa al traffico, in direzione Messina, al chilometro 3,2. La sede autostradale è allagata all’altezza di Gravina di Catania. In direzione Siracusa il traffico è fortemente rallentato. Il personale di Anas e le squadre di manutenzione sono sul posto.

STOP TRENI CATANIA-CALTAGIRONE, BINARI ALLAGATI A BICOCCA
Circolazione ferroviaria ancora sospesa sulla linea Catania-Caltagirone per l’eccezionale ondata di maltempo che sta interessando la Sicilia orientale. Le forti piogge di questi giorni hanno provocato ingenti danni, in più punti, all’infrastruttura ferroviaria e agli impianti di segnalazione e circolazione.

Il prosieguo delle cattive condizioni meteo non consente l’intervento dei tecnici di Rete ferroviaria italiana per i lavori di ripristino e rende difficoltoso anche il servizio sostitutivo con bus. Binari allagati, invece, nella stazione di Bicocca, con interruzione del tratto di linea Lentini Diramazione-Bicocca-Catania Acquicella (fonte Dire).