Quantcast

Iren acquisisce il 51% di Nove Spa e sale al 100%

La controllata Iren Energia si è aggiudicata la gara effettuata dal Comune di Grugliasco per la cessione del 51% della quota di Nove Spa al prezzo di 5,4 milioni di euro

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Iren Energia SpA, società controllata interamente da Iren SpA, si è aggiudicata la gara effettuata dal Comune di Grugliasco per la cessione del 51% delle quote societarie di Nove SpA.

La società, già detenuta al 49% da Iren Energia che svolgeva anche il ruolo di socio industriale, ha conseguito nel 2020 un Ebitda pari a 1,6 milioni di euro con un indebitamento finanziario pari a 13 milioni di euro, di cui circa 8 milioni di euro verso Iren Energia. La gara è stata aggiudicata al prezzo di circa 5,4 milioni di euro.

Iren avvierà immediatamente l’attuazione del piano industriale di Nove SpA recentemente approvato che prevede un incremento delle volumetrie allacciate alla rete dalle attuali 2,3 Mmc a circa 3,8 Mmc nei prossimi anni.

Grazie a questa ulteriore acquisizione, Iren Energia oggi serve più di 700 mila cittadini nell’area Metropolitana Torinese gestendo circa 70 Mmc di rete teleriscaldata la quale vedrà un ulteriore sviluppo futuro con l’obiettivo di saturare la capacità produttiva degli impianti esistenti.

Il presidente del Gruppo Iren, Renato Boero ha detto: “L’acquisizione rientra in un progetto strategico di ampio respiro consistente nella realizzazione del Sistema di Teleriscaldamento Metropolitano Torinese, che integrando le diverse reti della Città di Torino e dei Comuni limitrofi, utilizza il calore prodotto dagli impianti cogenerativi e dal termovalorizzatore”.

L’Amministratore delegato e direttore Generale Gianni Vittorio Armani ha aggiunto: “Lo sviluppo della rete di teleriscaldamento torinese rientra tra i progetti sostenibili inseriti nel piano volti a contrastare i cambiamenti climatici e gli elevati livelli di inquinamento della città. L’estensione della rete connessa agli impianti del Gruppo consente un incremento dell’efficienza e della qualità del servizio che si ripercuoterà positivamente sui cittadini serviti”.

Più informazioni su