Quantcast

Gavassa, sgomberato rave party abusivo

E' successo questa notte in via Emore Tirelli a Gavassa: identificati 170 giovani

REGGIO EMILIA – Le forze dell’ordine sono intervenute a sgomberare un rave party non autorizzato, questa notte, in via Emore Tirelli a Gavassa a cui hanno partecipato 200 persone provenienti da molte regioni del Nord Italia. Polizia, carabinieri e polizia municipale si sono recate sul posto e hanno provveduto, intorno a mezzanotte, a circoscrivere l’area interessata, vigilando le vie di accesso al parcheggio.

L’intervento ha evitato che altri giovani potessero raggiungere il raduno e ha consentito di identificare le persone che a piedi o a bordo di auto stavano allontanandosi dall’area. Subito dopo operatori della Digos hanno raggiunto il posto dove era in corso il rave party e hanno trovato 200 giovani che ballavano nelle adiacenze di un potente impianto per la diffusione sonora. Tutti giovani che provenivano da diverse città dell’Emilia-Romagna e altre città del centro e Nord Italia.

La musica è stata interrotta e il raduno è terminato con il progressivo allontanamento dei giovani ancora presenti nel parcheggio che poi è stato completamente liberato. Le operazioni di controllo hanno consentito di identificare complessivamente 170 partecipanti al rave party. La strumentazione utilizzata dagli organizzatori dell’evento (consolle, casse acustiche, generatore elettrico) è stata sequestrata.

Ha detto il questore Giuseppe Ferrari: “L’efficacia della risposta data ieri sera è certamente dovuta anche all’intensificazione delle misure di allertamento ed alla pianificazione, in stretta sinergia tra tutte le Forze di Polizia e le Polizie Locali, dei servizi di osservazione e vigilanza, predisposti dalla scorsa estate in forma coordinata, proprio per contrastare il fenomeno dei rave party”.