Quantcast

E’ morto l’avvocato Dino Felisetti

L'ex deputato socialista aveva 102 anni

REGGIO EMILIA – E’ morto l’avvocato Dino Felisetti. L’ex deputato socialista aveva 102 anni. Nel dopoguerra era stato consigliere provinciale e comunale di Reggio Emilia e nel 1956 era stato tra i fondatori, assieme a Stefano Del Bue, Sergio Masini, Romeo e Alberto Galaverni, della corrente autonomista nenniana. Felisetti negli anni sessanta è assessore all’urbanistica e vice sindaco di Reggio EmiliA e, nel 1965 è stato segretario provinciale del Psi.

Nel 1972 è eletto per la prima volta alla Camera dei deputati, dove era stato ininterrottamente riconfermato con le elezioni del 1976, del 1979 e del 1983. In Parlamento ha ricoperto prestigiosi incarichi, tra i quali quello di presidente della Commissione giustizia della Camera. Nel 1988 e fino al 1990 è stato membro del Consiglio superiore della magistratura. Felisetti ha scritto anche un libro “Un avvocato in Parlamento. Processi penali parlamentari costituzionali”.

Il sindaco Luca Vecchi lo ricorda così: Reggio Emilia piange un figlio illustre ed è ora chiamata a fare tesoro e riflettere sul suo pensiero, sul suo percorso politico riformista, prampoliniano e autonomista, che ha tradotto nell’essere uomo imparziale delle istituzioni repubblicane, a lungo parlamentare, presidente della Commissione giustizia della Camera e membro del Consiglio superiore della magistratura. E’ stato consigliere comunale, assessore e vicesindaco della nostra città, esponente di rilievo del Partito socialista italiano con la convinzione che l’appartenere a una parte significasse essere parte di un tutto: lavorare cioè per il bene e il progresso di tutti, nel segno della Costituzione. Dino è stato un umanista della Politica, per sensibilità, profonda e ampia cultura, per competenza giuridica, ma prima ancora per la sua attenzione, il suo interesse all’umanità e alla condizione di vita delle persone. Poneva la dignità e la libertà di ciascuno al centro della sua azione rigorosa e onesta, con pacatezza ed equilibrio uniti a una forte idealità. Salvatore Fangareggi, suo amico e collega avvocato, disse che il potere di Dino consisteva nella sua intelligenza e nella sua personalità”.