Quantcast

Comune, nasce Coalizione civica con vista sul 2024 foto

De Lucia (ex Pd) e Aguzzoli (ex M5S): "Un laboratorio per cambiare"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Da oggi la maggioranza a guida Pd in sala del Tricolore avrà un nuovo gruppo di opposizione con cui confrontarsi a Reggio Emilia. Si chiama “Coalizione civica” e fa riferimento al “laboratorio” politico lanciato dai consiglieri comunali Dario De Lucia (uscito dal Partito democratico lo scorso febbraio) e Fabrizio Aguzzoli, pentastellato deluso dalle scelte – soprattutto nazionali – del M5s.

Obiettivo della coalizione, che finanziandosi con i gettoni di presenza attiverà entro il mese una sede fisica e un sito, è soprattutto arrivare pronta alle elezioni amministrative del 2024, con tanto di programma, alleanze e una “classe dirigente” candidabile. Fuori dal “palazzo”, spiegano De Lucia (che sarà capogruppo) e Aguzzoli, “non abbiamo intenzione di prendere tessere di partito o di essere portavoce delle istanze delle forze non rappresentate in Consiglio”, ma nelle scorse settimane sono iniziate interlocuzioni con Sinistra italiana, Possibile, Partito socialista ed Europa Verde (lista della coalizione che ha sostenuto l’attuale Giunta e presente in Consiglio) su temi e sensibilità individuate come convergenti.

“Con loro, ma anche con i comitati che non hanno voce – spiega Aguzzoli – il nostro obiettivo è creare un luogo dove confrontarsi dal punto di vista politico sui problemi reali della città”. Il nuovo gruppo “progressista, ecologista e alternativo” si concentrerà in particolare sui temi dei diritti civili e del lavoro, della tutela dell’ambiente “al di là degli allarmi vuoti e delle scelte di facciata” e di legalità e sicurezza con la proposta, ad esempio, di un osservatorio che superi l’attuale Consulta “che si è riunita cinque volte in tre anni”.

Il metodo di lavoro, continuano i promotori, sarà quello di “una politica dal basso” con “forte presenza sul campo e ascolto dei cittadini” per realizzare (come dimostra la battaglia avviata dai consiglieri sulle ex Circoscrizioni, ndr) una “partecipazione reale, non solo decantata e fittizia”. L’atteggiamento in Consiglio comunale, invece, sarà quello “di un’opposizione meno timida e più graffiante” ma, viene precisato, no a “tifoserie” e sì all’esame del merito delle proposte.

“Spero che i consiglieri del M5s – scesi da 4 a 2 da inizio consigliatura – con cui ho condiviso tante battaglie ed impegni siano una parte importante delle battaglie che faremo”, dice Aguzzoli rivolto ai suoi ex colleghi Gianni Bertucci e Paola Soragni. Il gruppo di “Coalzione civica”, dopo l’ufficializzazione nella seduta di oggi del Consiglio comunale, inizia già a farsi sentire con una mozione che chiede “piena solidarietà” per la Cgil nazionale la cui sede romana è stata assaltata sabato scorso e un impegno a sollecitare da parte del Parlamento e del ministro degli Interni “tutte le azioni possibili” per “lo scioglimento dell’organizzazione neofascista e violenta Forza Nuova”.

Più informazioni su