Quantcast

Comune, assalto a Cgil: scintille fra Lega e sindaco

Tre documenti in discussione. Vecchi: "Qui a Reggio Emilia zone grigie non ce ne sono. O si sta da una parte o dall'altra"

REGGIO EMILIA – Sono tre gli ordini del giorno presentati ieri sera in Consiglio comunale a Reggio Emilia relativi agli attacchi della sede romana della Cgil, nel corso della manifestazione di sabato scorso dei no green pass. Due provengono dal Partito democratico e dal neogruppo “Coalizione civica” che chiedono entrambi lo scioglimento di Forza Nuova.

Il terzo documento, a firma della Lega, esprime come gli altri solidarietà al sindacato e alle forze dell’ordine, ma sottolinea anche che “molte persone esprimevano legittimamente il loro dissenso su determinate tematiche e solo una frangia della manifestazione ha compiuto atti illegali che vanno certamente perseguiti”, dice il capogruppo Matteo Melato. Netta la condanna del sindaco Luca Vecchi, che chiarisce: “Qui a Reggio Emilia zone grigie non ce ne sono. O si sta da una parte o dall’altra”.