Quantcast

Commercio, ripresa delle vendite al dettaglio: +11%

Nel secondo trimestre dell'anno il non alimentare traina il comparto

REGGIO EMILIA – E’ stato il comparto non alimentare, nel secondo trimestre 2021, a trainare la ripresa del commercio al dettaglio in provincia di Reggio Emilia, che ha messo a segno una crescita dell’11,1%. Lo rileva un’analisi della Camera di Commercio. Nello specifico, nel periodo considerato, le vendite di prodotti non alimentari hanno registrato un +16,9% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (quelle di ipermercati, supermercati e grandi magazzini sono cresciute dell’8,2%), mentre è proseguita la discesa delle vendite al dettaglio di prodotti alimentari (meno 6,8%).

Uno scenario, secondo l’ente camerale,”del resto prevedibile, specie in rapporto ad un trimestre 2020 che, con l’ampio ricorso allo smart working, aveva favorito i consumi alimentari domestici”. Per il comparto non alimentare migliora così anche la consistenza delle giacenze di magazzino: si riduce infatti la quota di imprese che valutano esuberanti lo scorte di prodotti invenduti nel secondo trimestre 2021 rispetto al trimestre scorso (dal 40% registrato nel primo trimestre al 25% del secondo). Dal punto di vista della demografia d’impresa, infine, al 30 giugno il Registro Imprese contabilizza 4.511 operatori nel commercio al dettaglio, lo 0,27% in più rispetto all’analogo periodo del 2020, e il -2,91 in meno nel raffronto con il 2019.