Quantcast

Cannabis legale, sabato i banchetti per il referendum

Si potrà firmare tutto il giorno in diversi punti della città

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – C’è anche quella di Reggio Emilia tra le oltre 100 piazze italiane in cui sabato si potrà firmare fisicamente la petizione nazionale per chiedere un referendum per la legalizzazione della cannabis. La campagna – che con la firma digitale ha già superato il mezzo milione di firme richieste – è promossa nella città del Tricolore da Sinistra Italiana, Possibile, Verdi, Partito socialista, Studenti organizzati, Potere al popolo Reggio Emilia in Comune.

Con i consiglieri Fabrizio Aguzzoli e Dario De Lucia di Coalizione Civica che hanno dato la disponibilità a validare le firme, si svolgeranno diversi bancetti nell’arco della giornata: sabato mattina al mercato del contadino in piazza Fontanesi dalle 9.15 alle 13.00 mentre al pomeriggio dalle 16 alle 20 in Piazza del Monte e dalle 17 alle 19.30 al Circolo Arci Gardenia. Agli stessi banchetti si potranno sostenere anche le campagne per il referendum cittadino sulle circoscrizioni e per la “patrimoniale” sui redditi più elevati.

“Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti e discusse nel nostro Paese: attraversa infatti la giustizia e il tema del sovraffollamento delle carceri, la salute pubblica, la sicurezza, la possibilità di impresa, la ricerca scientifica, le libertà individuali ma, soprattutto, la lotta alle mafie”, sottolinea De Lucia.

“Legalizzare – aggiunge – non significa promuovere il consumo ma renderlo consapevole e più sicuro”. Inoltre “creare migliaia di nuovi posti di lavoro e portare nuovi introiti nelle casse dello Stato (7 miliardi di euro)”. Infine, “la cannabis legale libererebbe i tribunali da processi inutili per piccole quantità e garantirebbe ai pazienti che la usano per alleviare i loro atroci dolori di non trovarsi mai più in un tribunale”.

Più informazioni su