Quantcast

Arrestato per maltrattamenti: allontanato da casa dal giudice

Destinatario del provvedimento un ucraino 53enne residente in città che la notte del 4 ottobre aveva picchiato moglie e figli

REGGIO EMILIA – Arrestato dai carabinieri per maltrattamenti viene allontanato da casa dal giudice che gli impone anche il divieto di avvicinamento. Destinatario del provvedimento un ucraino 53enne residente in città che la notte del 4 ottobre aveva picchiato moglie e figli.

L’uomo era stato arrestato la notte del 4 ottobre perché, in evidente stato di ebbrezza, per futili motivi ha iniziato a litigare con la moglie 53enne con lui convivente, colpendola con calci e pugni fino a causarle lesioni poi giudicate guaribili in 10 giorni dai sanitari del pronto soccorso di Reggio Emilia. Stesso destino era toccato ai suoi due figli quando hanno provato a difendere la mamma dalla botte che stava subendo.

Gli uomini dell’Arma, chiamati dalla vittima, erano intervenuti e avevano trovato il 53enne ancora in evidente stato confusionale. Quando, con non poca fatica, erano riusciti a riportarlo alla calma, lo avevano accompagnato in caserma dove, una volta conclusi tutti gli accertamenti, era stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Ora l’esito processuale con la convalida dell’arresto e l’emissione a suo carico del divieto di avvicinamento.