Quantcast

Vaccinazioni, in Emilia-Romagna coperto con doppia dose il 71,6% della popolazione

All'appello mancano però ancora 746.000 persone che non hanno ancora fatto neanche una puntura. L'assessore Donini: "Vaccinatevi il prima possibile"

REGGIO EMILIA – Tocca il 71,6% la copertura vaccinale (con entrambe le dosi) in Emilia-Romagna. All’appello mancano però ancora 746.000 persone che non hanno ancora fatto neanche una puntura, a cui l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, rivolge un accorato appello a “vaccinarsi il prima possibile”. Donini fa il punto questa mattina in una videoconferenza stampa. Su quattro milioni di persone vaccinabili in Emilia-Romagna, ad oggi sono state somministrate in tutto 3,27 milioni di dosi.

“Siamo all’81,4% di copertura con prima dose – snocciola i numeri Donini – siamo invece al 71,6% per chi ha completato il ciclo vaccinale, cioè 2,87 milioni di persone”. A conti fatti, dunque, “mancano 746.000 persone” senza neanche una dose di vaccino, sottolinea l’assessore, alle quali “rivolgiamo un accorato appello affinchè prendano l’iniziativa di vaccinarsi, o prenotandosi o recandosi agli ormai innumerevoli punti ‘on the road’ ad accesso libero”. A queste persone però vanno sottratte coloro che hanno già fissato un appuntamento per la vaccinazione, che fino a fine settembre sono quasi 62.000 persone.

“Anche a costoro rivolgo l’appello di considerare l’anticipo della prenotazione, per mettersi al sicuro dall’ondata epidemica”, manda a dire Donini.

Anche guardando alle singole fasce d’età, continua l’assessore, “la copertura è buona”. In Emilia-Romagna i 12-19enni sono coperti al 62,8% con la prima dose e al 40% con la seconda. Inoltre: per i 20enni si parla di 79,2% e 56%; per i 30enni del 72,4% e del 55,8%; per i 40enni del 74% e del 63,9%; per i 50enni dell’82,8% e del 77,4%; per i 60enni dell’88,4% e del 86%; per i 70enni del 92,6% e del 90,7%; per gli anziani over80 la copertura vaccinale è invece al 99,3% con prima dose e al 97,4% con anche il richiamo.

“Siamo stabilmente tra le prime regioni in Italia per persone vaccinate – rivendica Donini – le dosi non mancano, quindi non si tratta di mancanza di vaccini. L’organizzazione è attiva in tutta la regione anche in maniera dinamica e dal 7 settembre ci sarà anche disponibilità delle farmacie per le vaccinazioni”.