Quantcast

Minacce a consigliere regionale leghista, condannato Mendicino

Gabriele Delmonte: "Mai piegare la testa di fronte alle intimidazioni. I soldi li devolverò in beneficenza"

REGGIO EMILIA – La Lega Nord regionale comunica che “dopo cinque anni di procedimento si è concluso questa mattina con una sentenza di condanna, emessa dal giudice di pace di Reggio Emilia Elisabetta Freddi, il processo a carico dell’artigiano edile Alfonso Mendicino, accusato di minacce nei confronti del consigliere regionale della Lega, Gabriele Delmonte. Mendicino è stato condannato a pagare 700 euro di multa, al pagamento delle spese processuali e a un risarcimento danni pari a 3mila euro a favore di Delmonte”.

I fatti risalgono a due episodi del 2016 nei quali, attraverso l’utilizzo di file audio inviati tramite il social network Facebook, Mendicino aveva prima offeso Delmonte (“Un maiale reggiano”) quindi lo aveva minacciato apertamente (“Non dire mai più che ti ho minacciato che poi ti vengo a picchiare veramente”).

Ha commentato Delmonte: “Ho prima promosso e quindi affrontato questi cinque anni di processo con un solo obiettivo dichiarato, ovvero quello di far passare il più chiaramente e fermamente possibile il messaggio che non bisogna mai piegare la testa davanti alle minacce. Finalmente oggi, dopo 16 udienze alle quali ho sempre partecipato in prima persona, la verità è venuta alla luce e – fatto ancor più importante – è stato condannato un atteggiamento intimidatorio e violento che non deve trovare spazio sul nostro territorio. Per quanto riguarda il risarcimento del danno a me prodotto, e quantificato in 3mila euro, come ho sempre detto, lo devolverò interamente in beneficenza”.