Quantcast

La Reggiana cala il tris con la Carrarese: vola da sola in testa alla classifica foto

Una doppietta di Neglia e il gol di Rosafio affondano i toscani

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Reggiana, seguendo il ritmo dei tamburi suonati dai propri supporters, non solo fa ballare gli avversari, ma vola anche in testa alla classifica da sola a quota 14 punti. La Carrarese si vede togliere lo scalpo per ben tre volte da Neglia, versione killer, e Rosafio. Da rivedere la direzione di gara.

Primo tempo
Ancor prima di addentrarci nel calcio giocato lo sguardo cade sulle mute indossate dalle rispettive compagini. La Reggiana si tinge, more solito, di granata; dal canto suo la Carrarese, per non passare inosservata, opta per una t-shirt giallo fosforescente. Da annotare è la presenza di Anastasio e Scappini sin dallo scandire delle prime battute di gara. I padroni di casa risplendono nella tecnica tanto da indurre l’avversario a ricorrere alle maniere forti. Il primo sussulto a rete è di Lanini che vede la propria conclusione lambire il primo palo della porta difesa da Vettorel.

L’equipaggio condotto da mister Diana, nonostante predomini nel possesso palla, fatica a creare falle al trireme nemico. Plaudito dal pubblico reggiano è il recupero, in scivolata, della sfera da parte di Sciaudone il quale successivamente si inventa il suggerimento perfetto per la testa di Scappini che, da posizione invitante, non centra il bersaglio. Da evidenziare è il tentativo d’incursione nel cuore della linea difensiva nemica da parte di Lanini, ostacolata dal doppio intervento con gli arti superiori dell’estremo difensore carrarese. Bramante si invola in solitaria verso la porta difesa da Venturi, fortunatamente la conclusione non desta alcun pericolo. A tenere a galla la formazione toscana è Vettorel volto a ergersi protagonista respingendo con i palmi delle mani dapprima la stoccata, da distanza ravvicinata, di Radrezza poi la capocciata dell’onnipresente Lanini.

Secondo tempo
Sul terreno di gioco ad ardere sono gli animi e a riportare la quiete provvede il direttore di gara avvalendosi delle ammonizioni. Sugli sviluppi di un calcio piazzato Lanini mette in mostra la sua potenza strozzata in volo a planare da un Vettorel in serata di grazia. Ha inizio la girandola delle sostituzioni. L’incontro diviene sempre più maschio tant’è vero che Tunjov viene spedito anticipatamente sotto la doccia dall’arbitro. Allo scoccare del settantatreesimo minuto Cigarini, una volta scrutato l’orizzonte, serve palla a Lanini il quale di prima intenzione prova la bordata che si stampa sulla traversa; la sfera carambola nell’area piccola avversaria e Neglia, da buon rapace quale è, insacca la rete del momentaneo vantaggio.

Gallingani prova a pareggiare i conti, ma ardua risulta l’impresa di abbattere il muro eretto alla protezione della città di Reggio Emilia. Sullo scorrere dei titoli di coda la Reggiana dilaga: a porre la firma del raddoppio è Rosafio che, una volta involatosi sulla corsia di sinistra, con un colpo chirurgico trafigge Vettorel. A firmare il tris e, al contempo, la prima doppietta in granata è Neglia copiando le gesta del compagno Rosafio. Questa Reggiana, ad oggi, mostra di appartenere a una categoria superiore.

Il tabellino

A.C. REGGIANA – CARRARESE CALCIO 1908: 3 – 0

Marcatore: 73’ – 90’ Neglia (R), 88’ Rosafio (R).

A.C. REGGIANA (3-4-2-1): Venturi; Laezza (dal 81’ Cauz), Rozzio, Luciani; Radrezza (dal 69’ Neglia), Sciaudone, Rossi (dal 69’ Cigarini), Guglielmotti (dal 61’ Rosafio);Lanini, Anastasio (dal 61’ Contessa); Scappini. A disposizione: Chiesa, Del Pinto, Libutti, Muroni, Sorrentino, Voltolini, Zamparo. Allenatore: Aimo Diana.

CARRARESE CALCIO 1908 (4-3-1-2): Vettorel; Grassini, Kalaj, Rota, Imperiale; Figoli (dal 74’ Energe), Luci, Tunjov; D’Auria (dal 62’ Doumbia); Infantino (dal 62’ Galligani), Bramante (dal 55’ Battistella). A disposizione: Bertipagani, Capponi, Girgi, Marino, Mazzarani, Mazzini, Pasciuti, Semprini. Allenatore: Silvio Baldini.

Arbitro: Gianluca Grasso sez. di Ariano Irpino (Assistenti: Mattia Bartolomucci sez. di Ciampino, Alessandro Parisi sez. di Bari. IV ufficiale: Nicolò Marini sez. di Trieste).

Note – Espulso: Tunjov. Ammoniti: Rota, Guglielmotti, Kalaj, Laezza, Neglia, Sciaudone. Angoli: 3 – 4. Recupero: 1’ pt. – 4’ st.

Più informazioni su