Quantcast

Giustizia, fonti Csm: il pm Claudia Ferretti trasferita d’ufficio

Dopo che i carabinieri l'avevano identificata mentre beveva un aperitivo, in un bar di Scandiano, con un detenuto in regime di semilibertà condannato per omicidio e associazione mafiosa

REGGIO EMILIA – Con riferimento ad alcuni articoli di stampa concernenti Claudia Ferretti, pubblico ministero a Modena, fonti del Csm precisano che il magistrato è stato trasferito d’ufficio (al tribunale di Firenze, con funzioni di giudice) in via cautelare su richiesta della Procura generale, in attesa che sia fissato il procedimento di merito.

La procedura del trasferimento d’ufficio era stata aperta dal Csm nell’aprile del 2021 per incompatibilità ambientale: il 19 febbraio di quell’anno i carabinieri di Reggio Emilia, durante i controlli sul rispetto delle restrizioni per il Covid, avevano identificato Ferretti all’interno di un esercizio di ristorazione di Scandiano mentre faceva un brindisi in compagnia del proprietario e di un detenuto in regime di semilibertà nel carcere di Reggio Emilia, Armando Bonanno, condannato per omicidio e associazione mafiosa.