Quantcast

Giareda, si entra con il green pass e la mascherina

Si svolge dal 4 all’8 settembre la festa in onore della Beata Vergine della Ghiara, protettrice della città e della Diocesi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Si svolge dal 4 all’8 settembre la Giareda di Reggio Emilia, festa in onore della Beata Vergine della Ghiara, protettrice della città e della Diocesi. La Giareda, uno degli appuntamenti più attesi in città, simboleggia per altro la ripresa delle attività di lavoro e studio dopo l’estate, un’occasione di incontro e ripresa delle relazioni.

Le celebrazioni liturgiche e i momenti di preghiera culmineranno con la messa solenne nella Basilica della Ghiara, mercoledì 8 settembre – festa della Natività di Maria – alle ore 11, celebrata dal vescovo della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, Massimo Camisasca, che costituisce l’apertura del nuovo Anno pastorale.

Fra le proposte: il mercato, con prodotti dell’artigianato ed enogastronomici tipici, che si snoderà da via Emilia Santo Stefano, lungo corso Garibaldi e fino a piazza Roversi; mostre, premiazioni del Concorso di poesia dialettale e visite a Basilica e Museo della Ghiara con prenotazione.

La Giareda si svolgerà da sabato 4 a mercoledì 8 settembre 2021. Gli orari previsti, come da ordinanza, sono i seguenti: sabato 4 e domenica 5 settembre dalle 8 alle 24, lunedì 6, martedì 7 e mercoledì 8 settembre dalle 8 alle 22.

ACCESSI E CONTROLLI
Per accedere all’area della Giareda sarà necessario possedere la certificazione verde Covid-19 e sarà attivo l’obbligo della mascherina. Le Forze dell’ordine, come da normativa vigente, effettueranno controlli a campione all’interno dell’area. Nell’area interessata saranno presenti solo banchi e stand, che saranno collocati su un unico lato della strada, così da consentire il corretto distanziamento di sicurezza e il rispetto delle altre disposizioni anti Covid.

MASCHERINA OBBLIGATORIA: LE AREE INTERESSATE
Nelle giornate dal 4 all’8 settembre compresi, per tutto il giorno (orario 0-24), è obbligatorio indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie – a meno che l’uso della mascherina sia incompatibile con esigenze personali del momento come mangiare o bere – a tutti coloro che si trovano a transitare e/o sostare, a piedi o in bicicletta, nelle seguenti zone del Centro storico di Reggio Emilia, ove si svolge la Giareda: piazza Roversi, corso Garibaldi, piazza Gioberti, via Emilia Santo Stefano.

INAUGURAZIONE A INVITO E VISITE
L’inaugurazione si svolgerà, su invito, nel chiostro del convento della Basilica ed è prevista per le 10.30 di sabato 4 settembre, alla presenza delle autorità.

Nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 settembre sarà possibile visitare la Basilica e il Museo della Ghiara. Le visite, a cura della Fabbriceria della Ghiara, saranno aperte ad un massimo di 25 partecipanti con presentazione di Certificazione verde e documento di riconoscimento. Sarà obbligatorio prenotare con almeno 48 ore di anticipo. Per informazioni e prenotazioni, è possibile visitare la pagina dell’evento sul sito turismo.comune.re.it. Si può prenotare anche telefonicamente, contattando lo Iat al numero 0522.451152, dalle 9 alle 14. Chi prenota telefonicamente dovrà ritirare il biglietto, negli orari di apertura dell’ufficio, alla sede Iat in via Farini 1/A.

LE INIZIATIVE
Nelle stesse giornate di sabato 4 e domenica 5 settembre, anche l’Associazione di via Emilia Santo Stefano parteciperà ai festeggiamenti, proponendo i negozi aperti e il Mercato dell’artigianato e dell’enogastronomia.

Altro appuntamento in programma, immancabile alla Giareda, sarà quello con gli Altari fioriti all’interno della Basilica, che verranno inaugurati lunedì 6 settembre, alle ore 17 con cerimonia ad invito. Successivamente sarà possibile visitarli durante gli orari di apertura della Basilica. L’ingresso sarà libero, ma dovranno essere rispettate le prescrizioni sanitarie relative agli accessi alla chiesa.

Martedì 7 settembre alle 18 si terrà in Sala del Tricolore la premiazione del Concorso di poesia dialettale ‘La Giarèda’, giunto alla sua 42a edizione. Oltre ai premi per le poesie con contenuti più liberi, quest’anno saranno premiati anche i componimenti che sottolineino l’aspetto religioso della ricorrenza, con un premio specifico messo in palio dalla Fabbriceria della Ghiara, e le poesie che trattino e valorizzino il Cappelletto reggiano, con un altro premio dedicato, messo in palio dall’Associazione del Cappelletto reggiano.

Infine, il chiostro grande dell’Ostello di via Guasco ospiterà due iniziative. Sabato 4 e domenica 5 si potrà visitare la Mostra Bonsai, organizzata dall’Helen Club Bonsai di Reggio Emilia. Dal 6 al 12 settembre, invece, sarà possibile ammirare la Mostra di sculture ‘Sul sentiero di Pietra’, organizzata dalla Scuola di scultura di Canossa in occasione del suo trentennale. Anche per accedere alle mostre sarà necessario essere in possesso di Certificazione verde.

L’IMMAGINE DELLA GIAREDA 2021
L’immagine-tema scelto per questa edizione della Giareda è “La donna della vita”.

L’immagine della Beata Vergine scelta per rappresentare questa edizione della Giareda è l’affresco del XVII secolo ritrovato all’interno del Palazzo Ducale di corso Garibaldi, restituito alla città nel 2019 dopo un importante restauro reso possibile dalla collaborazione tra Prefettura, Provincia di Reggio Emilia e Sovrintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Ferrara e Reggio Emilia, in occasione del 400° anniversario del Miracolo della Madonna della Ghiara. I padri Servi di Maria, che officiano il Tempio della Ghiara, hanno voluto così porre in risalto quest’opera dedicata alla Madonna.

Più informazioni su