Quantcast

Bonus sostituzione porte interne: come funziona

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Quando si parla di sostituire le porte interne di casa è possibile usufruire di alcuni bonus fiscali, previsti dall’Agenzia delle Entrate per tutti i lavori di ristrutturazione. È importante però distinguere tra edifici singoli e condomini, in quanto nei condomini anche i lavori di manutenzione ordinaria godono di un’agevolazione pari al 50% della spesa sostenuta.

Il bonus per le porte interne
La mera sostituzione delle porte interne non dà diritto al bonus ristrutturazione, in quanto si tratta di manutenzione ordinaria. Infatti le leggi vigenti prevedono l’accesso al bonus solo per le ristrutturazioni che riguardano opere di manutenzione straordinaria. Nel caso in cui si effettuano attività di questo genere in condominio sarà possibile anche sostituire tutte le porte interne dell’edificio, godendo del bonus pari al 50% della spesa sostenuta. Per quanto riguarda gli edifici singoli invece le cose funzionano in modo leggermente diverso, in quanto per ottenere il bonus sulle somme spese per la sostituzione delle porte interne a un’abitazione è necessario che tale acquisto sia necessario al completamento delle opere di manutenzione straordinaria effettuate. È quindi necessario svolgere una ristrutturazione godendo del bonus antisismico, oppure demolire una parete o ancora allargare o restringere una porta.

Perché sostituire le porte interne
Che si possa godere del bonus ristrutturazioni o meno, ricordiamo che la sostituzione delle porte interne porta grandi vantaggi per l’abitazione. In primis dal punto di vista estetico: vecchie porte malconce rendono invivibile e trasandato un qualsiasi appartamento, anche tra quelli con finiture di pregio. Oltre a questo una bella porta, che si chiude alla perfezione e che magari garantisce un buon isolamento acustico è un elemento importante per il decoro e l’utilizzo di un’abitazione o di un ufficio. Oggi le aziende che producono porte interne offrono poi soluzioni di ogni genere, in legno massello così come in altri materiali. Tra le porte più trendy del momento ricordiamo quelle scorrevoli, o le aperture con anta a libro.

Scegliere le porte interne
In passato si tendeva a prediligere, per le porte interne, finiture e materiali che in molti casi oggi sono completamente passati di moda. Le proposte disponibili in commercio sono decisamente molto più al passo con i tempi, oltre che in alcuni casi innovative dal punto di vista tecnico. La scelta delle porte interne di un’abitazione dovrebbe considerare il fatto che questo tipo di elemento è fatto per durare vari decenni, ma anche che la porta aiuta a completare l’arredo di un qualsiasi ambiente. Oltre a valutare materiale e colore è quindi importante anche considerare materiali originali, come il vetro o le cornici in metallo, ma anche ragionare sull’eventualità di posizionare nuove porte all’interno degli ambienti.

Soluzioni innovative
Oggi con una porta di qualità è possibile dare vita a una nuova cabina armadio, da inserire in una parete a vetri ad esempio. Oppure si può creare uno spazio giorno open space, che si possa modulare a piacere attraverso l’utilizzo di porte scorrevoli a scomparsa. In queste situazioni la porta diventa protagonista di un ambiente, non solo una semplice soluzione per chiudere un’apertura.

Più informazioni su