Quantcast

Vende auto telecomandata, gli svuotano il conto

Denunciato per truffa un 48enne di Pescara che ha raggirato un 47enne di S. Ilario

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Vende auto telecomandata, ma, anziché ricevere i soldi, si ritrova il conto alleggerito: 48enne di Pescara denunciato dai carabinieri. Ha raggirato un 47enne di S. Ilario che aveva pubblicato un’inserzione sul web per vendere una macchina telecomandata, ma, anziché ricevere i 200 euro pattuiti, si è ritrovato il conto alleggerito di ben 2.490 euro.

Il 47enne poco dopo la pubblicazione dell’inserzione è stato contattato da un sedicente acquirente che, spacciandosi per un appassionato, oltre a mostrarsi molto interessato all’acquisto si è detto disponibile a effettuare immediatamente il pagamento. Circa la modalità di pagamento proponeva l’accredito dell’importo sul bancomat del venditore operazione che poteva però avvenire solo attraverso una qualsiasi postazione Atm di una banca.

In contatto telefonico con l’acquirente il 47enne ha effettuato l’operazione e si è subito visto il conto alleggerito dei primi 1.500 euro. Il truffatore infatti, dopo avergli dettato il numero della sua carta ricaricabile, lo aveva invitato ad effettuare una prima operazione di ricarica e poi, sostenendo che vi erano stati degli errori, gli aveva fatto ripetere l’operazione ottenendo ulteriori 990 euro. Intascati 2.490 euro il truffatore ha interrotto la comunicazione telefonica.

Quando ha capito di essere rimasta vittima di una truffa l’uomo si è rivolto ai carabinieri della stazione di Sant’Ilario e ha sporto denuncia. Dopo una serie di riscontri tra l’utenza telefonica dove era stata intavolata la trattativa e dove venivano date le indicazioni per il prelievo del contante, risultata fittiziamente intestata e la carta prepagata dove erano stati versati i soldi, i carabinieri sono risaliti a un 48enne della provincia di Pescara, con a carico specifici precedenti di polizia, che è stato denunciato per truffa.