Quantcast

Vaccino, le dosi ci sono: l’Emilia-Romagna anticipa le seconde dosi

Chi ha fatto una dose Pfizer da almeno 21 giorni potrà chiedere all'azienda sanitaria di competenza l'anticipo della propria data

REGGIO EMILIA – L’Emilia-Romagna apre all’anticipo delle seconde dosi. Le attuali forniture di vaccino e la situazione della domanda consentono infatti di completare il ciclo di immunizzazione dal Covid il più rapidamente possibile: un modo per affrontare al meglio la variante Delta e l’avvicinarsi della stagione autunnale. Chi ha fatto una dose Pfizer da almeno 21 giorni, ad esempio, potrà chiedere all’azienda sanitaria di competenza l’anticipo della propria data, oggi fissata a 35 giorni dalla prima inoculazione. Per Moderna la seconda dose è invece consigliata dall’azienda produttrice dopo 28 giorni. Si sta valutando anche l’invio di messaggi ad hoc a coloro che sono potenzialmente interessati dall’anticipo.