Referendum per legalizzare l’eutanasia, raccolte 2mila firme a Reggio foto

Dal 3 luglio anche a Reggio Emilia è partita la raccolta firme per il referendum

REGGIO EMILIA – “Proseguono le file di italiani ai tavoli per legalizzare l’eutanasia. Siamo a metà dell’opera nonostante l’informazione latiti”.

Così il consigliere di +Europa Giacomo Benassi e responsabile di +Europa per la campagna a Peggio Emilia. Hanno aderito l’iniziativa firmando varie rappresentanti nella istituzioni località come Assessora Carlotta Bonvicini, Assessore Lanfranco de Franco, il Presidente del Consiglio Comune di Reggio Matteo Iori, Consigliere regionale ER Federico Amico e tanti altri.

Più Europa insieme all’associazione Luca Coscioni ha raccolto 2000 firme nel solo mese di luglio per indire un referendum sul fine vita.

Scrive +Europa: “Superate le 320mila firme di italiani che, appena venuti a conoscenza della possibilità di firmare per un referendum – che permetterebbe a ognuno di poter scegliere sulla propria vita fino alla fine -, raggiungono determinati i nostri tavoli. Con un maggiore aiuto dei mezzi di informazione, a partire dalle reti generaliste nazionali, il risultato sarebbe stato già raggiunto e il parlamento già sommerso da firme che denunciano l’immobilismo di Camera e Senato”.

+Europa è mobilitata in 40 città, come sempre ci accade quando è in gioco la libertà di scelta dei cittadini in ogni ambito.