Quantcast

Doppia evasione per andare a divertirsi, giovane finisce in carcere

Il 24enne, che era ai domiciliari per una rapina, è andato al lido Po dove ha minacciato un cliente per farsi dare dei soldi

Più informazioni su

BORETTO (Reggio Emilia) – Doppia evasione nel fine settimana per godersi la movida notturna: 24enne arrestato dai carabinieri. Il Gip revoca al giovane i domiciliari e dispone per lui il carcere dove è stato portato dai carabinieri di Boretto. Il 24enne, responsabile di una rapina commessa a Genova nel luglio del 2020, quando, con un coccio di bottiglia, aveva minacciato e ferito alla mano e al collo un altro giovane, era finito in carcere nel febbraio del 2021 e poi aveva ottenuto, in giugno, gli arresti domiciliari.

Lo scorso fine settimana (sia la notte tra venerdì e sabato che quella tra sabato e domenica) è uscito di casa ed è andato in un locale al Lido Po di Boretto. I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Guastalla, intervenuti su richiesta dei gestori, in occasione della seconda evasione (ovvero quella tra sabato e domenica) non solo hanno accertato che il giovane era evaso importunando i clienti, ma hanno anche verificato che anche la notte precedente era evaso raggiungendo il locale e importunando sempre i clienti. In quell’occasione aveva tentato una rapina e aveva minacciato con un’arma giocattolo un altro cliente per farsi dare dei soldi.

Così i carabinieri del nucleo radiomobile di Guastalla non solo hanno denunciato per evasione continuata il 24enne, ma hanno anche inviato una relazione al gip del tribunale di Genova che aveva concesso i domiciliari. Il giudice, ravvisando la sussistenza di un pericolo di recidiva assolutamente elevato (il giovane beneficiava dei domiciliari proprio per rapina), ha revocato al 24enne i domiciliari e ha disposto per lui il carcere. Ora il giovane si trova in carcere a Reggio Emilia.

Più informazioni su