Comune, presentata mozione per dedicare via a Gino Strada

De Lucia e il M5S hanno presentato un documento per realizzare anche un murales

REGGIO EMILIA – Intitolare un luogo della città a Gino Strada “medico per la pace” e dedicare un murales al fondatore di Emergency, scomparso il 13 agosto scorso, coinvolgendo le scuole e i giovani della città. Lo chiedono con una mozione i consiglieri comunali di Reggio Emilia Dario De Lucia (Gruppo Misto) e Fabrizio Aguzzoli, Paola Soragni e Gianni Bertucci del M5s.

Il documento che sarà depositato dovrebbe essere discusso a settembre, proprio quando a Reggio si svolgerà il festival nazionale di Emergency (previsto in città per i prossimi tre anni) in cui Strada avrebbe ricevuto il “primo Tricolore”, massimo riconoscimento dell’amministrazione comunale.

“Esistono persone che lasciano un segno positivo in questi nostri tempi, Gino Strada per il suo impegno umanitario nei confronti dei malati e dei più deboli rientra tra queste”, commentano i firmatari della mozione. “Vogliamo come Consiglio comunale dare un segnale per omaggiare Gino Strada e tutte quelle persone che come lui, per salvare delle vite, rischiano spesso la propria e fare in modo che i giovani della nostra città conoscano sempre l’importanza delle persone di valore come Gino Strada”, aggiungono.

Il nome del medico, se la mozione verrà approvata, sarà inserito nella lista dei toponimi della città. Poi dovranno trascorrere i dieci anni previsti dalla legge perché una via, o una strada venga intitolata alla sua memoria. I consiglieri, infine, chiedono anche di prevedere un “momento pubblico cittadino aperto a tutti alla memoria di Gino Strada” invitando il Consiglio comunale, medici, infermieri, personale sanitario, terzo settore, mondo del volontariato. Ovvero “quel pezzo di società vicino all’esempio del dottor Strada”, chiudono De Lucia, Aguzzoli, Soragni e Bertucci.