Quantcast

Circoscrizioni, parte il confronto con la città

Bozza regolamento su sito ente aperta a commenti fino a ottobre

REGGIO EMILIA – Il Comune di Reggio Emilia apre il confronto con la città sui futuri organismi di partecipazione territoriale che la stessa amministrazione intende attivare dal 2022 per “sopperire” all’abolizione delle Circoscrizioni, voluta dal governo nel 2010. La bozza del regolamento che andrà a disciplinare i rapporti tra il Comune e i diversi organismi di rappresentanza territoriale, già illustrata lo scorso 20 luglio alla commissione competente, sarà infatti da oggi pubblicata sul sito del Comune per raccogliere, fino al 15 ottobre, proposte, integrazioni e modifiche da parte di tutti i cittadini, che potranno così collaborare alla stesura definitiva del documento.

È possibile intervenire con due tipologie di azioni: inviando un commento, ovvero un testo libero che esprime un parere, anche critico, argomentato, oppure un emendamento, cioè un testo che riscrive, del tutto o in parte, quello proposto. Per partecipare è necessario essere in possesso di Spid o Cie (carta d’identità elettronica) e collegarsi alla pagina www.comune.re.it/cittacollaborativa.

“Nei mesi che abbiamo davanti – dice l’assessore alla Partecipazione Lanfranco de Franco – vogliamo favorire il più ampio confronto possibile con la città su questi nuovi organismi di partecipazione territoriale. Da subito abbiamo voluto impostare questo percorso non come una proposta a scatola chiusa della Giunta, ma come un ragionamento plurale e aperto nell’idea che siano le persone che animeranno questi strumenti a doversi esprimere sul loro funzionamento”.

Tra settembre e ottobre, inoltre, saranno organizzati confronti “dal vivo” come assemblee di quartiere e workshop tematici. A quella del Comune si contrappone una proposta civica sulla rinascita delle Circoscrizioni, attraverso un referendum popolare.