Quantcast

Campagnola, deve scontare 8 mesi per lesioni: arrestato

Il 25enne, condannato per reati compiuti quando era minorenne, è stato fermato dai carabinieri quando è tornato dal Pakistan

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Deve scontare 8 mesi di reclusione per lesioni a un anziano per una vicenda del marzo 2012: 25enne pakistano arrestato dai carabinieri. Il giovane non si era presentato ai servizi sociali per scontare la pena in regime di affidamento in prova al servizio sociale, perché era rientrato nel suo paese d’origine. Dopo quell’aggressione del 2012 aveva poi “collezionato” ulteriori denunce, sia nel settembre del 2019 che nel marzo del 2020, per rissa minaccia e lesioni personali per fatti commessi a Luzzara e Novellara per i quali è in attesa di giudizio.

Per questi motivi il tribunale di sorveglianza presso il Tribunale per i minorenni di Bologna, relativamente alla condanna a 8 mesi di reclusione (i fatti erano avvenuti quando il pakistano era minorenne), ha rigettato l’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali e ha disposto per lui la detenzione domiciliare a Campagnola. Il provvedimento restrittivo, trasmesso ai carabinieri di Campagnola, non era stato eseguito perché il giovane era rientrato Pakistan.

Ieri mattina, quando il 25enne è rientrato a Campagnola, i militari lo hanno arrestato e lo hanno portato nella sua abitazione per scontare, in regime di detenzione domiciliare, gli 8 mesi di carcere. Qualora non detenuto per altra causa il 24enne sarà scarcerato nell’aprile del 2022.