Quantcast

Aggressione al Fidenza Village, foglio di via per lo “sciamano”

Il 50enne Hermes Ferrari non potrà tornare a Fidenza per tre anni dopo quanto accaduto nel giugno scorso

REGGIO EMILIA – Foglio di via per tre anni da Fidenza per Hermes Ferrari, lo “sciamano”, il ristoratore 50enne di Scandiano protagonista dell’aggressione al Fidenza Village nel giugno scorso. Il ristoratore, titolare di due locali, uno a Modena e uno a Rubiera, era diventato famoso quando era andato a Roma, per protestare con i commercianti, contro le chiusure per la pandemia, con il volto dipinto e un copricapo di pelliccia e corna di bisonte, esattamente come lo sciamano Jake Angeli durante l’assalto al Congresso americano del 6 gennaio scorso.

Ferrari era stato denunciato per aggressione e mancato rispetto delle normative anti Covid. Il ristoratore, mentre era con la moglie, era stato invitato dai vigilantes ad indossare correttamente la mascherina. Non l’aveva presa bene e aveva iniziato ad urlare e ad insultare e minacciare i vigilantes.

La situazione era precipitata quando un altro visitatore del Fidenza Village aveva commentato il suo atteggiamento e si era avvicinato. Ferrari, a quel punto, gli aveva dato una testata al volto. I vigilantes avevano chiamato i carabinieri e i soccorritori del 118 e il 50enne scandianese era stato allontanato.

Era scattata una denuncia per aggressione e per il mancato rispetto delle norme anti covid. E adesso il foglio di via che gli vieta di fare ritorno a Fidenza per tre anni.