Quantcast

Afghanistan, gli enti educativi reggiani: “Tutelare i bambini”

Istituzione nidi e Comune: "Subito accoglienza senza condizioni"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – L’Istituzione scuole e nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia, con tutto il sistema 0-6 (Reggio Children e Fondazione Reggio Children) esprime “forte preoccupazione per il destino delle bambine e dei bambini dell’Afghanistan, a seguito del recente dramma”.

I vertici degli enti e l’assessore comunale all’Istruzione Raffaella Curioni commentano: “Sentiamo una forte vicinanza con le persone che, in Afghanistan e in tutte le zone del mondo, si sentono private della possibilità di dare forma al proprio futuro”.

Per questo “chiediamo alle istituzioni di impegnarsi per garantire corridoi umanitari, accoglienza senza condizioni, e soprattutto di mettere in gioco azioni atte a ristabilire e garantire alle bambine e ai bambini dell’Afghanistan tutti i diritti sanciti dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’infanzia delle Nazioni unite, nessuno escluso”.

Più informazioni su