Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Afghanistan, continua l’avanzata dei talebani: la conferenza di Doha chiede una tregua

Fonti locali riferiscono che i miliziani hanno conquistato anche le città di Herat e Kandahar

ROMA – La conferenza internazionale sull’Afghistan in corso in questi giorni a Doha, in Qatar, ha ribadito la necessità di mettere fine alle ostilità mentre, stando a quanto hanno riferito le autorità locali, le milizie dei talebani hanno preso il controllo anche di Herat e Kandahar, rispettivamente la terza e la seconda città più grandi del Paese.

Gli sviluppi dell’incontro che si sta svolgendo nell’emirato sono stati riportati ai media locali da Abdullah Abdullah, presidente dell’Alto consiglio per la riconciliazione nazionale. Il dirigente dell’organismo che sta gestendo i negoziati tra governo e talebani ha detto che le due parti in conflitto sono state esortate a incrementare gli sforzi per giungere a un accordo politico e a un cessate il fuoco, come si legge sul portale di notizie Tolonews.

I talebani intanto, proseguono la loro avanzata. Un funzionario della provincia di Herat, nell’ovest del Paese, ha comunicato ai media che l’omonima capitale è stata conquistata dai miliziani a eccezione dell’aeroporto e di una base militare, che sarebbero ancora in controllo degli uomini delle forze armate afghane. La stessa sorte sarebbe toccata anche a Kandahar e Lashkar Gah, entrambe nel sud del Paese, stando a quanto riferito all’emittente regionale Al Jazeera da residenti nel primo caso e da ufficiali delle autorità locali nel secondo. Se fosse confermato sarebbero 13, su un totale di 34, le capitali di provincia nelle mani dei talebani.

I timori maggiori si sono ora spostati sulla capitale Kabul. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno annunciato che invieranno rispettivamente tremila e seicento soldati a supporto dell’evacuazione dei loro cittadini presenti nella città (Fonte Dire).