Quantcast

Via Portella delle Ginestre, i cittadini hanno vinto: l’antenna sarà spostata

La nuova area è in una aiuola spartitraffico fra via Gozzano e via Martiri della Bettola, circondata da alberi ad alto fusto e distante dai fronti degli edifici circostanti

REGGIO EMILIA – Dopo diversi incontri pubblici e momenti di dialogo e confronto fra Comune, Arpae e soggetto gestore, l’amministrazione comunale di Reggio Emilia ha individuato una collocazione alternativa per l’antenna (stazione radio base di tecnologia 4G) della Canalina, attualmente autorizzata in via Portella delle Ginestre. La nuova area individuata si colloca in una aiuola spartitraffico fra via Gozzano e via Martiri della Bettola, circondata da alberi ad alto fusto e sufficientemente distante dai fronti degli edifici circostanti.

Il gestore dovrà ora redigere un nuovo progetto radio, che verrà sottoposto agli enti preposti per la sua autorizzazione, seguendo l’iter come da normativa. Il sito originale di via Portella delle Ginestre rimarrà autorizzato fino al compiersi dell’iter approvativo della nuova collocazione, andando poi a decadere.

“Si tratta di una soluzione migliorativa dal punto di vista dell’impatto visivo e della vicinanza con gli alti palazzi del quartiere, temi che avevano suscitato le perplessità dei cittadini residenti – spiegano il sindaco Luca Vecchi e l’assessora alle Politiche per la Sostenibilità Carlotta Bonvicini – Nonostante il percorso amministrativo per l’installazione dell’antenna fosse stato svolto con tutti i crismi, l’Amministrazione comunale non si è sottratta a un lungo e articolato ascolto dei cittadini, verificando la realizzabilità di soluzioni alternative nel rispetto delle norme. E’ stata individuata questa nuova soluzione, indubbiamente migliorativa rispetto all’impatto visivo nel quartiere”.

I criteri di ricerca e individuazione della nuova area sono stati: l’allontanamento dai recettori sensibili e dai fronti delle residenze, la possibile schermatura grazie alla vegetazione esistente e la compatibilità con il Regolamento urbanistico edilizio (Rue) e con il Regolamento comunale per l’installazione e l’esercizio degli impianti di telecomunicazione per telefonia mobile.

Il percorso di ricerca di una nuova collocazione era iniziato nel febbraio scorso, dopo che l’Amministrazione comunale aveva chiesto al gestore di fermare il cantiere in corso in via Portella della Ginestra, nonostante fosse stato correttamente autorizzato e tutto l’iter si fosse svolto nel pieno della liceità normativa, per cercare di individuare alternative. Sono state passate al vaglio diverse altre localizzazioni, alcune su suolo pubblico altre su area privata.

Dopo che il gestore aveva scartato l’ipotesi di collocare l’impianto presso l’area sportiva del Parco del Noce – una soluzione delineata durante gli incontri della stessa assessora Bonvicini con i cittadini, in più occasioni anche assieme all’assessore Lanfranco De Franco – era emersa la possibilità di ospitare la stazione radio base sul tetto di uno degli edifici che insistono su via Portella delle Ginestre, soluzione, quella ‘del tetto’, adottata in diversi altri punti della città: questo avrebbe consentito di evitare l’installazione di un palo, minimizzando notevolmente l’impatto visivo dell’antenna. Questa soluzione tuttavia non ottenne il consenso dai condomini delle torri. L’amministrazione ha allora proseguito la ricerca nel quartiere di una nuova possibile localizzazione, fino all’individuazione dello spazio spartitraffico fra via Gozzano e via Martiri della Bettola.

Commenta il consigliere comunale De Lucia: “Un risultato positivo di cui bisogna rendere onore alla assessora Carlotta Bonvicini dei Verdi e ai suoi uffici. Ma soprattutto ai cittadini del quartiere che in due giorni hanno raccolto le firme per una mozione popolare e hanno fatto sentire la loro voce presentandola direttamente in Comune”.