Quantcast

Sanità, tornano le sanzioni per le visite non disdette

Dal primo agosto. Il provvedimento, sospeso per l’emergenza covid, contribuisce a ridurre i tempi d'attesa

REGGIO EMILIA – Dall’1 agosto i reggiani che hanno prenotato visite mediche od esami specialistici e non si presentano all’appuntamento senza averlo prima disdetto o spostato in tempo utile, dovranno pagare una “penale” di importo pari al ticket più le spese di spedizione.

L’Ausl di Reggio Emilia, infatti, annuncia il ritorno in vigore del provvedimento (previsto dalla legge regionale 16) che era stato sospeso a febbraio 2020 per l’emergenza Covid e mirato a ridurre i tempi di attesa delle prestazioni. La misura, precisa l’Azienda sanitaria, è stata ripristinata “a fronte di un aumento di mancate disdette registrato nell’ultimo periodo”.

Il “cittadino può giustificare la mancata disdetta solo per motivi imprevedibili, oggettivi e documentabili (motivi di salute, incidente stradale, eventi meteorologici estremi, lutto)”. Per scaricare la modulistica necessaria, o per avere maggiori informazioni, si possono contattare gli Uffici relazioni con il pubblico (Urp), oppure consultare il sito www.ausl.re.it.

“Disdire un appuntamento a cui non ci si può presentare è molto importante: è un’azione veloce, semplice e gratuita e consente di liberare un posto a favore di altri cittadini, contribuendo così ad abbassare i tempi di attesa”, viene raccomandato. Per effettuare la disdetta di un appuntamento è possibile contattare il numero verde 800 011 328 oppure, in alternativa, recarsi nelle farmacie e Medicup abilitati a questo servizio. L’operazione è possibile anche con l’app Er-Salute, il Fascicolo sanitario elettronico o il sito Cupweb.