Quantcast

Polo Silk-Faw, entro luglio al via la conferenza dei servizi

Lo ha annunciato il vicesindaco Alex Pratissoli in Sala del Tricolore. Previsti impegni per ambiente e mobilità

REGGIO EMILIA –  Dovrebbe aprirsi entro fine luglio a Reggio Emilia la Conferenza dei servizi, che nei mesi successivi approfondirà gli aspetti ambientali e di impatto sulla viabilità del polo Silk-Faw, che ha annunciato a Gavassa uno stabilimento produttivo di auto elettriche di lusso da 1 miliardo di investimenti e 1.000 nuovi posti di lavoro.

L’iter amministrativo, che prevede anche un passaggio in Consiglio comunale, è stato annunciato in sala del Tricolore dal vicesindaco Alex Pratissoli, in risposta ad un’interpellanza presentata da Forza Italia.

Per quanto riguarda la mobilità sostenibile l’assessore anticipa l’impegno della joint venture sino-americana “a dotarsi di un mobility manager” e di istituire “contestualmente all’avvio della produzione un servizio gratuito di bus navetta in orari coordinati con i turni di lavoro e fermate nei luoghi di più alta affluenza per lavoratori e visitatori: la stazione storica, quella Mediopadana dell’Altà velocità e il Cim (centro interscambio di mobilità)”.

L’area industriale di Gavassa, continua Pratissoli, “è oggi già ottimamente servita dalla tangenziale e dal casello dell’A1 e non presenta problemi nè in termini ambientali nè di accessibilità”. Sono comunque previste diverse opere infrastrutturali sulla rete stradale, ad esempio sulla ciclovia 12 che collega la città all’area produttiva.

“I tratti di competenza del Comune di Reggio saranno tutti percorribili una volta collaudati i lavori di competenza della Rcf Arena che termineranno entro l’autunno di quest’anno”, assicura l’assessore. “L’ultimo tratto della pista in affiancamento alla strada provinciale è di competenza della Provincia mentre il collegamento tra questa e l’area produttiva sarà a carico del soggetto attuatore come opera di urbanizzazione del comparto”.

Il collegamento con la stazione Mediopadana, invece, “è previsto tramite la stessa ciclovia 12 e con strade a basso traffico, mentre una ciclabile che collega Gavassa a San Maurizio sarà realizzata attraverso il completamento di diversi progetti in corso e già programmati come quello della Rcf Arena, o del parco del Campovolo di cui il primo stralcio è finanziato a bilancio già nel 2021”.

Nella Conferenza dei servizi, infine, si discuterà anche delle colonnine di ricarica delle auto elettriche che “in area privata non necessitano di autorizzazione e su cui Silk Faw ha totale facoltà” e della produzione di parte dell’energia dello stabilimento tramite pannelli fotovoltaici. “La richiesta minima è di 0,5 chilowatt ogni 100 metri quadrati di superficie complessiva ad uso produttivo, ma in seguito allo screening che sarà effettuato immaginiamo si possa arrivare almeno fino a un chilowatt”, conclude il vicesindaco. (FONTE DIRE)