Quantcast

Omicidio di via Stalingrado, Milan Racz resta in carcere

Lo ha deciso Gip di Reggio Emilia, questa mattina la notifica del provvedimento nel carcere spezzino dove il 34enne è rinchiuso

REGGIO EMILIA – Il Gip di Reggio Emilia ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere per Milan Racz, il 34enne slovacco accusato dell’omicidio di Aniello Iazzetta, il 51enne trovato morto nel suo letto, con il cranio fracassato, nella sua abitazione di via Stalingrado a Reggio Emilia.

Con un’indagine lampo i carabinieri reggiani avevano individuato il presunto assassino di Iazzetta e lo avevano fermato a La Spezia mentre tentava di fuggire. Il fermo del 34enne slovacco  era stato poi convalidato dal Gip di La Spezia il quale, poiché i fatti si erano svolti a Reggio Emilia, aveva passato il fascicolo ai colleghi reggiani.

Ieri, quindi, il Gip di Reggio Emilia ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere, inviata ai carabinieri di Reggio Emilia per l’esecuzione. Questa mattina la notifica del provvedimento nel carcere spezzino.