Quantcast

Credem, c’è atto fusione per incorporazione di Caricento

Operazione stipulata ieri: capitale sociale da 332 a 341 milioni

REGGIO EMILIA – Eseguendo le rispettive deliberazioni assembleari, è stato stipulato ieri l’atto di fusione per incorporazione di Cassa di Risparmio di Cento in Credito Emiliano (con aumento del capitale sociale di quest’ultima da 332.392.107 euro a 341.320.065 euro, mediante emissione di 8.927.958 azioni ordinarie del valore nominale di 1 euro ciascuna). L’atto di fusione, si legge in una nota, verrà presentato per l’iscrizione nel Registro delle imprese di Reggio Emilia e di Ferrara.

Gli effetti giuridici dell’operazione decorreranno dal 24 luglio, gli effetti contabili e fiscali decorrono invece dall’1 luglio. Di conseguenza, dal primo giorno lavorativo successivo si darà corso all’operazione di concambio, che prevede l’attribuzione di 0,64 azioni ordinarie Credito Emiliano per ogni azione ordinaria Cassa di Risparmio di Cento detenuta da soggetti diversi dalla società incorporante.

Le azioni di Credito Emiliano a servizio del rapporto di cambio saranno messe a disposizione degli azionisti di Cassa di Risparmio di Cento a partire dal 26 luglio, il primo giorno di Borsa aperta successivo alla data di efficacia della fusione. Agli azionisti di Cassa di Risparmio di Cento, cui in base al rapporto di concambio deriveranno quantitativi di azioni ordinarie Credito Emiliano non interi, è assicurato un servizio per il trattamento delle eventuali frazioni di azioni Credito Emiliano.