Quantcast

Cna, Giorgio Lugli riconfermato presidente

Guiderà fino al 2025 una delle più grandi sezioni italiane. Confermata anche la presidenza territoriale, con una sola novità: entra Andrea Corti

REGGIO EMILIA – Giorgio Lugli è stato confermato alla guida di Cna Reggio Emilia per il quadriennio 2021-2025. L’Assemblea dell’associazione – una delle più grandi d’Italia con circa 6.700 associate, 3.500 imprese convenzionate, oltre 9.000
pensionati e più di 2.000 cittadini soci – lo ha eletto ieri con voto segreto alla prima votazione. Il presidente uscente era l’unico candidato in lizza.

Classe 1967, artigiano, Lugli ha affermato nella relazione di fine mandato: “Sono stati mesi drammatici, anche a causa dell’incertezza in cui siamo stati tutti catapultati, in un susseguirsi di notizie, provvedimenti legislativi, anticipazioni e smentite che spesso hanno alimentato il nostro senso di insicurezza e di precarietà”. In “questo contesto inaspettato e critico, Cna Reggio Emilia ha cercato di svolgere al meglio la sua funzione di associazione di rappresentanza e insieme di erogatore di servizi. Proseguiremo col lavoro iniziato nel precedente mandato nel segno dei temi centrali del piano strategico dell’associazione” che vedono ai primi posti legalità e concorrenza sleale.

Secondo Lugli, tuttavia l’esperienza della pandemia “ci consegna di fatto una Cna più riconosciuta dalle istituzioni, più coesa tra le sue articolazioni, più forte nella relazione con le imprese associate, ponendola in una condizione impegnativa ma privilegiata quando, finalmente, Reggio Emilia e il resto del mondo ripartiranno”.

Confermata anche la presidenza territoriale, con un unico cambio: al posto di Alcide Paterlini (che ha raggiunto il limite dei due mandati in presidenza previsti da statuto) è entrato Andrea Corti, nuovo vicepresidente insieme ai confermati Debora Bondavalli, Laisa Rinaldi, Giorgio Francia, Orazio Russotto e Andrea Trinelli.