Quantcast

Botti e fuochi d’artificio di notte per il compleanno della figlia: denunciato

Un 50enne è accusato di disturbo della quiete pubblica ed esplosioni effettuate vicino a un locale pubblico di Campagnola

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Botti e fuochi di artificio di notte per festeggiare il compleanno della figlia: 50enne denunciato dai carabinieri di Campagnola per disturbo della quiete pubblica ed esplosioni. Il silenzio della notte è stato rotto da forti esplosioni che hanno provocato disturbo alla quiete e al riposo delle persone e che hanno dato “sfogo” al disappunto dei residenti su Facebook. Nel gruppo “sei di Campagnola se” sono stati decine i post di disappunto dei cittadini per quanto accaduto in piena notte.

Le forti deflagrazioni avvertite da numerosi cittadini sono state segnalate anche al 112 il cui operatore ha attivato i carabinieri del paese che hanno iniziato ad indagare. Gli accertamenti condotti dei carabinieri del paese hanno consentito, non solo ricondurre al luogo dove è avvenuto lo “spettacolo pirotecnico”, un locale pubblico, ma hanno permesso di risalire anche a chi aveva materialmente eseguito le esplosioni.

Si tratta di un 50enne che ha ammesso le sue colpe. In particolare l’uomo, mostrandosi dispiaciuto per l’accaduto, ha detto che, dopo la cena fatta per festeggiare il 18esimo anno della figlia, aveva iniziato a far esplodere dei fuochi d’artificio non pensando che avrebbero provocato forti deflagrazioni. I fuochi erano di libera vendita e quindi regolarmente posseduti. Il 50enne è stato denunciato per disturbo alla quiete e riposo delle persone e esplosioni pericolose datp che i lanci dei fuochi d’artificio sono stati effettuati nelle vicinanze di private abitazioni.