Quantcast

Bande giovanili, una rissa e video con armi da taglio e mannaia

Il questore ha emanato due Daspo nei confronti di due minorenni e quattro provvedimenti di avviso orale per dei giovani appena maggiorenni

REGGIO EMILIA – Il questore ha emanato due Daspo nei confronti di due minorenni e quattro provvedimenti di avviso orale per dei giovani appena maggiorenni per una rissa scoppiata davanti a una gelateria della prima periferia cittadina e per aver tentato di girare un video di musica trap, in pieno centro storico, brandendo armi da taglio tra cui una mannaia.

Entrambi gli episodi sono accaduti alcuni giorni fa. Il primo verso le 22,30 davanti alla gelateria. Durante una rissa un giovane è stato preso a pugni da un altro e ha riportato un trauma cranico. La colluttazione ha creato una certa apprensione fra i presenti dato che, davanti all’esercizio, stazionavano un centinaio di persone, fra cui diverse famiglie. I due minorenni non potranno più stazionare ed entrare, per un anno, nei pressi degli esercizi pubblici di Reggio Emilia e Albinea, altro importante luogo di aggregazione giovanile, dalle 19 alle 6 del mattino seguente.

L’altro episodio, accaduto sempre alcuni giorni fa, nel pomeriggio, è invece relativo al tentativo di un banda di 20-25 ragazzi di girare un video di musica trap in pieno centro storico, di pomeriggio, brandendo armi da taglio, tra le quali una mannaia. L’intervento della polizia ha permesso di bloccare tutti i partecipanti che avevano cercato di fuggire. Uno di loro ha reagito con violenza ed è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Il possessore della mannaia è stato identificato e denunciato per porto di arma da taglio.

Quattro maggiorenni, come detto, che stavano partecipando alla registrazione del video hanno ricevuto un avviso orale da parte del questore che ha intimato loro un cambiamento di condotta pena l’applicazione di pene più severe.