Quantcast

Assemblee Cna 2021: completato il rinnovo degli organi dirigenziali

Quattordici conferme e sette cambi ai vertici di Aree, Unioni, Raggruppamenti, a completamento del percorso che ha portato alla rielezione del presidente Giorgio Lugli

REGGIO EMILIA – Quattordici conferme e sette cambi alla guida delle Unioni, dei Raggruppamenti e delle Aree Territoriali di CNA Reggio Emilia. Sono i risultati della fase di rinnovo degli organi dirigenziale dell’Associazione per il quadriennio 2021-2025, che ha visto impegnati gli imprenditori soci in ventuno tra assemblee elettive e consigli di mestiere, in un percorso che si è completato lo scorso 30 giugno con l’Assemblea Elettiva Territoriale e la riconferma del presidente Giorgio Lugli e l’elezione della nuova direzione provinciale.

Restano in carica alla guida dei rispettivi Raggruppamenti e Aree: Dino Spallanzani (Commercio); Marcello Mattioli (Giovani Imprenditori); Giuseppe Conti (Industria); Matteo Leoni (Val d’Enza); Carlo Gozzi (Padana Est); Roberto Pighini (Montagna); Annarella Ferretti (Centro). Cambio ai vertici, invece, per CNA Impresa Donna con l’elezione di Cristina Boniburini; l’Area Ceramiche con Alcide Paterlini, attuale membro della presidenza uscente, e l’Area Padana Ovest con l’arrivo di Stefania Portioli. Passaggio di testimone anche per il sindacato dei Pensionati CNA, che dopo i due mandati di Giuliano Tamagnini ha eletto Laura Sassi come nuovo presidente.

Discorso diverso per le Unioni, che a seguito dei cambiamenti a livello nazionale dello Statuto CNA e approvati a livello territoriale, di fatto rappresentano aggregazioni di Mestieri, ognuno con un proprio presidente e un coordinatore presidente dell’Unione. A tal proposito, per CNA Alimentare è stato individuato Marco Simonazzi come presidente coordinatore presidente dell’Unione che include i Mestieri Agricoltori-Pastai (presidente Luca Manzotti); Dolciari-Panificatori (presidente Marco Simonazzi); Ristorazione-Produttori bevande (presidente Giovanni Ortolano); Produzione alimentari (presidente Laisa Rinaldi).

Per l’Unione Benessere e Sanità Andrea Guerrieri è stato individuato come presidente coordinatore, nonché presidente degli Acconciatori, e sarà affiancato da Elisa Secchi (presidente Estetiste); Sandro Romagnani (presidente Sanità) e Debora Bondavalli (presidente Odontotecnici).

L’Unione Comunicazione e Terziario Avanzato ha come presidente coordinatore e presidente del mestiere Comunicazione e stampa-Editoria Fausto Bigliardi; come presidente Fotografia e Video Ivano Di Maria; come presidente del Digitale Silvia Ciampa.

Per quanto riguarda CNA Artistico e Tradizionale, Fabrizio Barbieri è il coordinatore presidente di Unione e presidente dei mestieri restauratori, ceramisti, lavorazione vetro-marmo-ceramica; Maurizio Reverberi presidente lavorazione artistica metalli; Antonella Borghi degli orafi.

Sono tre i mestieri dell’Unione Servizi alla Comunità: meccatronici-gommisti (presidente Luciano Boni), carrozzerie-centri di revisione (presidente Andrea Corti, anche presidente coordinatore dell’Unione), tintolavanderie (presidente Maurizio Nicoletti).

Per CNA Installazione e Impianti, Valter Venturelli è il presidente coordinatore dell’Unione e presidente dei mestieri elettrici-ascensoristi; Giuseppe Frascari è presidente di elettronici e riparatori elettrodomestici; Davide Corradini dei termoidraulici.

Federmoda si divide in: moda filiera della produzione con Donella Lodi come presidente di mestieri; moda tessile e abbigliamento – moda su misura rappresentata da Alice Cocchi; moda calzature-pellicceria-pelletteria rappresentata da Lorena Chiari, anche coordinatrice dell’Unione.

CNA Fita comprende i mestieri trasporto merce (presidente Maurizio Messori e coordinatore dell’Unione), taxi (presidente Simone Seligardi), ncc bus – ncc auto (presidente Paolo Gaspari).

Per CNA Costruzioni, invece, Giuseppe Mori guida le imprese di edilizia – lapidei e altri materiali da costruzione (ed è coordinatore di Unione), Mauro Benetti quelle di pulizia e disinfestazione. Infine, CNA Produzione raggruppa le imprese dei settori legno (presidente Filippo Poli), chimica-vetro-gomma-plastica (presidente Emiliano Davolio), serramenti e infissi (presidente Maurizio Bartoli) e meccanica (presidente Silvio Bordoni, anche coordinatore di Unione).