Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Allerta meteo nel weekend, il ciclone che ha colpito Belgio e Germania si sposta sull’Italia previsioni

Il maltempo si concentrerà al Centro/Sud: previste pioggie intense, tornado e grandine

ROMA – Un fulmine a ciel sereno: nel cuore dell’estate arriva una violenta ondata di maltempo che si prospetta particolarmente pesante per molte Regioni d’Italia. Secondo le previsioni meteo di MeteoWeb (http://www.meteoweb.eu/), infatti, la tempesta che nei giorni scorsi ha colpito l’Europa centrale provocando centinaia di morti tra Germania e Belgio, si sta portando proprio sull’Italia dove giungerà nel fine settimana. Già oggi pomeriggio si sono verificati i primi forti temporali tra Emilia Romagna e Toscana, ma il maltempo si concentrerà al Centro/Sud nel weekend.

Sabato 17 Luglio avremo violenti temporali in modo particolare tra Marche, Abruzzo, Umbria, Lazio, Molise e Campania, in estensione nel pomeriggio anche a Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Le piogge più intense colpiranno Abruzzo e Molise, dove potranno cadere fino a 70-75mm di pioggia in modo particolare nelle zone costiere. Le temperature crolleranno di circa 8-9°C in poche ore, determinando fenomeni estremi per i contrasti termici soprattutto nelle zone litoranee, sulle superfici marine, dove si svilupperanno numerose trombe d’aria e durante i temporali avremo anche intense grandinate.

Domenica 18 luglio il maltempo si concentrerà invece all’estremo Sud, e in modo particolare su Sicilia e Calabria. La zona più colpita sarà quella delle isole Eolie, del messinese e della Calabria centro-meridionale, dove avremo fino a 90mm di pioggia e, anche qui, numerosi tornado e forti grandinate. Le temperature crolleranno con massime sotto i +25°C e minime sotto i +20°C sulle coste dell’estremo Sud, circostanza molto rara in piena estate (sono valori tipici di fine aprile).

Massima attenzione, quindi: sarà un fine settimana completamente inadeguato alle gite fuori porta e alla frequentazione di spiagge e, a maggior ragione, il mare aperto dove ci saranno improvvise mareggiate, colpi di vento furiosi e trombe d’aria (Fonte Dire).