Quantcast

Saman, un amico: “Temeva che il padre la uccidesse”

La 18enne era innamorata di un ragazzo pakistano di 21 anni che vive a Ferrara

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Mi diceva che suo padre, se la trovava, l’ammazzava”. E’ la testimonianza, raccolta dal Tg2, di un amico di Saman Abbas, la 18enne pakistana scomparsa da Novellara da circa un mese, sulla cui sparizione la procura di Reggio Emilia sta indagando per sequestro di persona ed omicidio.

Nelle foto che vi mostriamo, prese dal Tg2, Saman appare molto diversa dalla fototessera con il velo che era stata diffusa all’inizio delle indagini. Una ragazza moderna, che voleva vivere come le sue coetanee, che ascoltava Sfera Ebbasta e amava passeggiare, in sneaker e pantaloni strappati, per le vie di Bologna.

Saman, a quanto si apprende, era innamorata di un ragazzo pakistano di 21 anni che vive a Ferrara. “Non sono sola, ma sono sola senza di te”, ha scritto su uno dei due suoi profili Instagram. Probabilmente allude a lui. Era scappata anche alcune volte dalla comunità a Bologna in cui era ospitata per incontrarlo.

L’amore per questo ragazzo, il rifiuto del matrimonio combinato, il fatto che fosse tornata a Novellara senza velo, con i jeans, truccata, per prendere i suoi documenti e magari fuggire con questo giovane pakistano all’estero, sono stati la fine per Saman.

Più informazioni su