Quantcast

Morti sul lavoro, presidio dei sindacati di fronte alla prefettura

Venerdì 4 giugno, dalle 10 alle 12, "perché ci si allinei agli standard comunitari sui temi della prevenzione e salute e sicurezza"

REGGIO EMILIA – Cgil, Cisl e Uil, sulla scia delle iniziative lanciate su tutto il territorio nazionale e delle assemblee nei luoghi di lavoro sul tema salute e sicurezza, organizzano un presidio, venerdì 4 giugno, dalle 10 alle 12, davanti alla prefettura in corso Garibaldi.

“Fermiano la strage nei luoghi di lavoro” è il titolo della campagna nazionale volta a costruire un patto che, attraverso un rinnovato atto di responsabilità collettiva, “metta insieme governo, istituzioni, conferenza Stato-Regioni, enti preposti e parti sociali allo scopo di dare gambe ad un patto formale e sostanziale sulla salute e sicurezza sul lavoro nel nostro Paese”.

Un impegno richiesto da tempo dalle organizzazioni sindacali “perché ci si allinei agli standard comunitari sui temi della prevenzione e salute e sicurezza nei luoghi di lavoro che non è più rimandabile. La stessa ripresa delle attività produttiva, avvenuta con i ritmi e i carichi di lavoro di sempre, ha messo ancora una volta a nudo la difficoltà in questo Paese di dare priorità a salute e sicurezza sul lavoro”.

Concudono i sindacati: “Interi settori come le costruzioni, l’agricoltura, la logistica, l’industria manifatturiera sono oggi luoghi dove le persone rischiano di farsi male o di riportare danni fisici spesso irreversibili. Fermare questa strage silenziosa è più che mai una priorità”.