Quantcast

Guerra a chi è senza assicurazione: sequestrate 13 auto

I conducenti ora dovranno pagare una contravvenzione superiore ad 800 euro e sottoscrivere una polizza assicurativa di validità non inferiore a 6 mesi per riavere i rispettivi veicoli.

REGGIO EMILIA – La Polizia Stradale reggiana ha sequestrato 13 veicoli privi di copertura assicurativa, un veicolo radiato dalla circolazione ed un autocarro rinvenuti in stato di abbandono. Una vera e propria dichiarazione di guerra contro i “furbetti” della mancata copertura assicurativa. E’ quella che ha visto per protagonisti gli uomini della Polizia Stradale reggiana, impegnati in particolare nella giornata di ieri a scovare coloro che, incuranti dei gravi rischi cui vanno incontro, continuano a circolare senza avere rinnovato o sottoscritto una regolare polizza Rc-auto.

Coordinate dal comandante provinciale, nella giornata di ieri, 6 pattuglie in uscita dalla sezione di viale Timavo e dai relativi distaccamenti di Castelnovo Monti e Guastalla, hanno battuto a tappeto le principali arterie della nostra provincia, controllando accuratamente oltre un centinaio di veicoli, con particolare riguardo alle prescrizioni documentali.

Al termine del servizio sono stati 13 i conducenti “appiedati” e che ora dovranno pagare una contravvenzione superiore ad 800 euro e sottoscrivere una polizza assicurativa di validità non inferiore a 6 mesi per riavere i rispettivi veicoli.

In particolare, gli agenti, durante l’intensa attività, rinvenivano in un parcheggio un veicolo Fiat Ducato destinato al trasporto persone risultato privo di targhe e senza assicurazione poiché radiato dalla circolazione. Giunto sul posto, personale della società intestataria riferiva di aver consegnato nel mese di marzo 2021 il veicolo presso un centro di demolizione e che per tale ragione non erano a conoscenza dei motivi legati all’attuale ritrovamento.

Gli agenti della stradale procedevano all’immediato sequestro finalizzato alla confisca e nei prossimi giorni verranno avviate indagini volte ad accertare ulteriori irregolarità da parte del demolitore il quale è tenuto ad osservare normative stringenti in termini di smaltimento veicoli.

Infine si segnala come durante le attività poste in essere, una pattuglia rinveniva un autocarro ormai avvolto da piante infestanti provenienti da un campo agricolo poco distante. Dopo aver liberato sia la cabina che il pianale, gli agenti provvedevano ad espletare tutti gli accertamenti rilevando come il mezzo risultasse di proprietà di una società di trasporti la quale da diversi anni aveva abbandonato detto mezzo nel piazzare ove era stato rinvenuto privo di targhe con danni su tutta la carrozzeria. Attraverso l’ausilio di carri attrezzi e un idoneo veicolo atto al trasporto, detto autocarro veniva rimosso ed affidato ad un apposito centro per la demolizione, liberando così il piazzale ove era stato impropriamente abbandonato.